Concorso DSGA. Prevista in Primavera la pubblicazione del bando. Gioca d’anticipo: preparati con Eurosofia

di redazione

item-thumbnail

Previsto in primavera il bando per il concorso ordinario per la qualifica di DSGA. La conferma si è avuta a seguito della firma della Legge di bilancio dove c’era una voce specifica in merito al reclutamento di tali figure.

I requisiti d’accesso previsti sono:
– Laurea magistrale in giurisprudenza, scienze politiche/sociali amministrative e laurea in economia e commercio;
– Solo per gli assistenti amministrativi che hanno maturato tre anni di servizio negli ultimi otto nelle mansioni di DSGA: hanno dunque la possibilità di partecipare alla procedura concorsuale anche senza laurea. Sebbene il comma 605 art 1 legge di bilancio riporti che il Concorso ordinario non preveda “ulteriori oneri a carico della finanza pubblica […]” si prevede invece un pesante e gravoso costo per le procedure.

Sono state sollevate numerose polemiche soprattutto da parte dei DSGA incaricati, ma non ancora in possesso dei tre anni di servizio come DSGA negli ultimi otto anni; tali disposizioni che precludono la possibilità di partecipazione a chi realmente è in grado di svolgere le mansioni previste per tale ruolo daranno avvio a numerosi contenziosi e richieste specifiche sulla valorizzazione delle esperienze pregresse e delle abilità tecnico – pratiche acquisite. Molti ritengono che negli ultimi anni si è garantito il regolare svolgimento delle attività grazie al valido contributo, la professionalità e le competenze acquisite, soprattutto per via di una ininterrotta autoformazione ed una gestione costante delle esigenze. Si sono quindi rivelati sempre all’altezza dell’incarico. Perché precludere la partecipazione a chi si è reso meritevole di un ruolo?

Inoltre svolgono un’importante funzione di problem-solving per supportare i Dirigenti scolastici reggenti o alla prima esperienza. Spesso hanno affrontato criticità come scuole dimensionate e sottodimensionate, segreterie con personale ridotto e precario, con dipendenti comunque stanchi e frustrati che aspettano la pensione per poter uscire dal mondo della scuola. Si stima che ci siano oltre 1.667 posti vacanti su ottomila, per una posizione assolutamente indispensabile al funzionamento amministrativo, contabile e organizzativo delle scuole.

Questo concorso, atteso da anni, costituisce un’ottima opportunità sia per coloro che hanno comunque svolto negli ultimi anni le medesime mansioni, sia per chi desidera intraprendere una differente attività lavorativa. La qualità di un’istituzione scolastica è assolutamente correlata ad una buona gestione e alla capacità di leadership dei Dsga.

Il rinnovamento della scuola passa anche attraverso questo importante reclutamento. Eurosofia da molti anni crea degli specifici corsi di preparazioni per supportare gli aspiranti candidati di tutti i concorsi che riguardano il comparto scuola. Per uno studio specifico e seguire un percorso semplificato che delinei gli aspetti principali che riguardano il ruolo del Dsga scegli il corso Eurosofia: Anief ed Eurosofia infatti attiveranno un corso di Preparazione per affrontare la prova preselettiva Concorso per Dsga. Il corso di preparazione al concorso Dsga prevede un programma intensivo suddiviso in quattro moduli per un totale di 20 ore in presenza al raggiungimento del quorum di 15 partecipanti e l’apertura di una specifica piattaforma online per la preparazione e l’approfondimento a distanza.
Al momento è possibile inviare il modulo di preadesione al corso

Nell’ambito delle proprie competenze, definite nel relativo profilo professionale, e nell’ambito altresì delle attribuzioni assegnate all’istituzione scolastica, il Direttore dei servizi generali e amministrativi è tenuto a svolgere funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati e agli indirizzi impartiti con le presenti direttive. Compito del DSGA è vigilare costantemente affinché ogni attività svolta dal personale ATA sia diretta ad “assicurare l’unitarietà della gestione dei servizi amministrativi e generali della scuola in coerenza e strumentalmente rispetto alle finalità ed obiettivi dell’istituzione scolastica, in particolare del Piano dell’Offerta Formativa”.

Organizzazione del corso:
I profili culturali e professionali (faculties) dei formatori riguardano:
Direttori SGA e dirigenti scolastici a tempo indeterminato con anni di esperienza nella formazione del personale del comparto scuola;
Esperti formatori sulla sicurezza sui luoghi di lavoro (Ingegnere/Architetto/RSPP abilitato alla formazione);
Esperti formatori sulle nuove tecnologie (digitalizzazione – dematerializzazione e telematica).

Modalità di fruizione:
Incontri residenziali in presenza ogni 15 corsisti della durata di 20 ore (qualora non si raggiungesse il numero minimo di partecipanti, verranno comunque messe a disposizione dell’utente le video-registrazioni degli incontri in presenza);
Moduli On-line della durata 100 ore e FORUM interattivo, nel quale i relatori rispondono ai quesiti pervenuti dai corsisti, rispondenti al programma sopraindicato.
Materiali
Saranno forniti, on-line, quesiti a risposta multipla per esercitarsi con la modalità e la tempistica previste dal Ministero. Al termine del corso sarà rilasciato relativo attestato di frequenza e di partecipazione, ai sensi della normativa vigente.

Il costo del corso è di euro 200 per i soci Anief e di euro 300 per i non soci. Per pre-aderire vai al seguente link e segui la procedura telematica di registrazione. Per una consulenza specifica: chiama i numeri 0917098311 – 0917098357 e scrivi un’e-mail a [email protected] oppure a [email protected]

Versione stampabile
Argomenti: