Concorso DSGA legge bilancio: requisiti, bando e tempistica. Posti vacanti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Ministro Bussetti ha assicurato di essere al lavoro per il bando di concorso per diventare DSGA.

Concorso DSGA, Bussetti: atteso da troppo tempo

Legge Bilancio 2018

La legge n. 205 del 27 dicembre 2017 “Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020” ha previsto il succitato concorso per DSGA, che deve adesso essere bandito dal Miur, secondo quanto previsto dalla medesima legge.

Tempistica

Il Ministro Bussetti, nell’intervista a La Verità, non ha lasciato trapelare nulla in merito alla possibile data di pubblicazione del bando, tuttavia la legge suddetta predispone che il concorso è bandito entro il 2018.

Requisiti

I titoli d’accesso al concorso sono quelli indicati nella tabella B allegata al CCNL:

  • diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, sociali o amministrative, economia e commercio;
  • diplomi di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91;
  • lauree magistrali (LM) corrispondenti a quelle specialistiche ai sensi della tabella allegata al D.I. 9 luglio 2009.

La legge di bilancio prevede una deroga ai suddetti titoli, permettendo la partecipazione alla procedura concorsuale in questione anche agli assistenti amministrativi che, alla data del 1° gennaio 2018, abbiano maturato almeno tre anni interi  di servizio negli ultimi otto nelle mansioni di direttore dei servizi generali ed amministrativi.

Posti disponibili

I posti vacanti e disponibili  sono nel corrente anno scolastico circa 1.700 e dal primo settembre 2018 arriveranno a circa 2.400 (Concorso DSGA, 2.004 posti e prove in autunno).

Vedremo quanti ne saranno autorizzati per le assunzioni.

Bando

L’iter di pubblicazione del bando dovrebbe essere in via di conclusione, come riferito dal Miur ai sindacati nel corso dell’informativa fornita nel mese di giugno.

Attendiamo, pertanto, ulteriori notizie ufficiali e/o la pubblicazione del bando.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione