Concorso Dsga, il Miur sembra accogliere parzialmente le richieste di Anief: fino al 30% dei posti riservati agli assistenti amministrativi facenti funzione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anief – Il giovane sindacato aveva fatto presentare un emendamento all’ultima Legge di Stabilità, attraverso il quale chiedeva di riservare la metà dei posti.

Nell’ultimo resoconto sindacale sembrava che addirittura non potesse essere loro riservata neanche una quota. Ora un posto su tre potrebbe essere loro concesso. Si attende il parere degli organi competenti per un bando che dovrebbe uscire entro dicembre. Preparati con Eurosofia. Presenta ricorso con Anief per il servizio svolto dal 1999 al 2007 per accedere alla procedura concorsuale riservata a chi non ha la laurea ma ha svolto 36 mesi di servizio.

Sul concorso per Direttori dei servizi generali e amministrativi della scuola, il Miur naviga a vista: l’ultimo incontro con i sindacati ha fatto emergere alcuni dettagli sinora sconosciuti. E finalmente si comincia a venire incontro alle richieste dell’Anief: dopo la chiusura dei giorni scorsi, l’amministrazione sembrerebbe infatti orientata a riservare il 20-30% dei 2.004 posti da mettere a concorso ai facenti funzione, ovvero agli assistenti amministrativi incaricati del ruolo superiore di Dsga per almeno tre anni scolastici.

“Successivamente – scrive Orizzonte Scuola – si potrebbe stabilire una procedura riservata esclusivamente al personale interno, tramite contratto nazionale integrativo (passaggio tra le aree)”. Invece, “va esclusa la possibilità di un percorso differenziato per i facenti funzione, all’interno del concorso ordinario, in quanto non c’è normativa in tal senso”. In ogni caso, il concorso dovrà essere bandito entro dicembre 2018, come prevede la normativa.

Qualora tali prospettive dovessero essere confermate nel bando definitivo, Anief, pur non ritenendole ottimali, le reputa tuttavia sicuramente più vicine alle richieste del giovane sindacato, il quale aveva fatto presentare un emendamento specifico nell’ultima Legge di Stabilità: nell’istanza legislativa si chiedeva specificatamente di riservare la metà dei posti da porre a concorso proprio agli amministrativi facenti funzione. A questo punto, si attende il parere sul bando degli organi competenti – il Ministro dell’Istruzione e il Capo di Gabinetto – per l’attuazione di un concorso atteso ormai da venti anni.

Anief, nel frattempo, ha predisposto un apposito ricorso al tribunale amministrativo regionale, al fine di opporsi al limite temporale per l’accesso al concorso Dsga da parte degli assistenti amministrativi privi di laurea, ma con servizio prestato come facente funzione per almeno 3 anni in tutto o in parte maturati oltre gli ultimi 8 anni. Per quale motivo, infatti, non può essere considerato il sevizio svolto prima del 2010? Per aderire ai ricorsi, cliccare su questo link.

Il sindacato, infine, ricorda di avere impugnato la cosiddetta ‘temporizzazione’ applicata a tutti gli Ata divenuti Dsga, a cui si continua a negare il riconoscimento integrale degli anni svolti: il sindacato ha predisposto apposito ricorso, perché non è legittimo compromettere il servizio pregresso ai fini della ricostruzione di carriera ai responsabili e assistenti amministrativi transitati nei ruoli di Dsga.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione