Concorso Dsga facenti funzione: sindacati chiedono la partecipazione anche degli amministrativi senza laurea

Stampa

I sindacati Uil, Cisl, Flc Cgil, Snals, Gilda hanno inviato una richiesta di un tavolo di confronto sul concorso riservato ai Dsga facenti funzione. Le organizzazioni sindacali rilevano infatti alcuni punti critici nel bando di prossima emanazione, in particolare l’esclusione dalla procedura degli amministrativi privi della laurea ma che per anni hanno svolto la funzione del Dsga.

L’aspetto più critico e inaccettabile – si legge nella richiesta inviata al MI -è che nella proposta di DM oggetto dell’informativa non viene prevista la partecipazione degli assistenti amministrativi che non posseggono la laurea nonostante abbiano svolto le funzioni di DSGA da almeno tre anni”.

“La valorizzazione della professionalità – proseguono – acquisita sul campo, principio ispiratore della norma che ha previsto la procedura di progressione, deve potersi realizzare riconoscendo la professionalità di coloro che da anni garantiscono la funzionalità amministrativa delle istituzioni”.

“Come già avvenuto per il concorso ordinario, anche per la procedura di progressione che sostanzialmente completa le misure di reclutamento sul profilo di DSGA per il triennio di riferimento, la partecipazione deve essere consentita alle medesime condizioni, ossia il titolo di laurea ovvero il servizio di almeno tre anni nelle mansioni superiori”, concludono i sindacati che chiedono “pertanto l’apertura del tavolo di confronto con l’obiettivo di partecipare costruttivamente alla definizione delle misure che l’Amministrazione intende adottare”.

Concorso facenti funzione Dsga, bando in arrivo. Necessari tre anni di servizio e laurea specifica

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur