Concorso DSGA, domande entro il 28 gennaio: come presentarle e cosa dichiarare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le domande di partecipazione al concorso per direttore dei servizi generali e amministrativi (DSGA), bandito il 28 dicembre 2018, vanno presentate online. Vediamo come ed entro quando.

Tempistica

Le istanze di partecipazione vanno presentate per una sola Regione, entro le ore 23.59 del 28 gennaio 2018.

Modalità di presentazione

Le domande si devono presentare tramite il portale Polis-Istanze Online, previa registrazione al medesimo. Qui le info del Miur sulla registrazione

Le domande presentate in modalità differente da quella telematica non vengono prese in considerazione.

Qui il manuale del Miur per la presentazione dell’istanza

Dichiarazioni

Nella domanda il candidato dichiara i dati anagrafici, di recapito, relativi alla cittadinanza, al godimento dei diritti civili e politici, a procedimenti o a condanne penali, a eventuali titoli di preferenza o riserva di posti, a eventuali situazioni di handicap, la regione di partecipazione, i titoli d’accesso, i titoli culturali e di servizio, il consenso al trattamento dei dati personali.

E’ fondamentale dichiarare tutte quante le informazioni relative ai requisiti d’accesso, in quanto, in caso contrario, le domande non vengono prese in considerazione.

Controlli USR

Le dichiarazioni effettuate nella domanda sono rilasciate ai sensi del DPR 445/2000 e quindi soggette alle conseguenze penali, civili e amministrative delle dichiarazioni false o mendaci, ai sensi degli articoli 75 e 76 del predetto decreto.

Nei casi in cui la domanda viene “inoltrata per convalida” vedi manuale di istruzione 

il candidato dovrà  rendere obbligatoriamente la seguente dichiarazione:
“Il sottoscritto ………., consapevole delle responsabilità penali e degli effetti
amministrativi derivanti dalla falsità in atti e dalle dichiarazioni mendaci
(così come previsto dagli artt. 75 e 76 del D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 e
s.m.i.), ai sensi e per gli effetti di cui agli artt. 46 e 47 del medesimo
D.P.R. n. 445 del 28.12.2000 e s.m.i., dichiara di aver svolto, nel corso
degli ultimi otto anni scolastici, le seguenti tre annualità di servizio, anche
non continuative, presso le istituzioni scolastiche statali, nelle mansioni di  Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi:”

La domanda sarà considerata valida ai fini della partecipazione al concorso
solo dopo ulteriore verifica e validazione da parte dell’USR competente, cioè quello in cui si presenta la domanda (o eventualmente quello di aggregazione se le domande nella regione considerata sono state poche).

In ogni caso  l’amministrazione si riserva di effettuare idonei controlli
sul contenuto delle dichiarazioni.

Qualora dal controllo emerga la non veridicita’ del contenuto della dichiarazione, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguiti sulla base delle dichiarazioni non veritiere. Le dichiarazioni mendaci sono
perseguite a norma di legge.

Qui il nostro speciale con tutte le info sul concorso (requisiti partecipazione, posti, prove, punteggi…).

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione