Concorso DSGA, ecco il decreto e cosa studiare. Come saranno le prove. [ANTEPRIMA]

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Tutto pronto per il concorso per diventare DSGA, come apprendiamo al termine dell’informativa fornita in data odierna ai sindacati, ai quali è stata illustrata la bozza di decreto, che disciplinerà la procedura.

Scarica programmi e tabella titoli

Scarica  bozza decreto

Procedure regionali

Il concorso si svolge su base regionale e si concorre per i posti banditi nella regione ove si partecipa.

Posti messi a concorso

Il numero di posti, per i quali concorreranno gli aspiranti DSGA, è pari a 2004.

I 2004 posti sono quelli che si pensa si rendano vacanti e disponibili negli anni scolastici 2018/19, 2019/20, 2020/21.

Requisiti di partecipazione

Possono partecipare al concorso coloro i quali sono in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, sociali o amministrative, economia e commercio;
  • diplomi di laurea specialistica (LS) 22, 64, 71, 84, 90 e 91;
  • lauree magistrali (LM) corrispondenti a quelle specialistiche ai sensi della tabella allegata al D.I. 9 luglio 2009.

Possono inoltre partecipare, in deroga ai succitati titoli, gli assistenti amministrativi che, alla data di entrata in vigore della legge 27 dicembre 2017 n. 205, abbiano maturato almeno tre interi anni di servizio (anche non continuativi), negli ultimi otto, nelle mansioni di direttore servizi generali ed amministrativi.

Domanda di partecipazione

La domanda di partecipazione va presentata:

  • per una sola regione;
  • tramite Istanze Online;
  • entro trenta giorni dalla pubblicazione del bando in Gazzetta ufficiale.

Prove

Il concorso si articola in:

  • un’eventuale prova preselettiva;
  • due prove scritte: una costituita da sei domande a risposta aperta; una di carattere teorico-pratico consistente nella risoluzione di un caso concreto;
  • una prova orale.

Programma d’esame

Posti per regione

 

Scarica programmi e tabella titoli

Scarica decreto

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione