Concorso DSGA: beffa per assistenti amministrativi che li sostituiscono, ma non raggiungono 3 anni di servizio

WhatsApp
Telegram

Inviato da Paola Neri – Vi comunico quanto scritto ai maggiori sindacati del Comparto Scuola:

“….vi scrivo, a nome mio e di altre centinaia di persone, assistenti amministrativi incaricati su posto di DSGA o facenti funzioni per mesi e mesi, a cui avete voltato le spalle, e non da ora, in merito al riconoscimento del servizio svolto.

Plaudete ed avete VOI invocato,  un concorso per DSGA che dimentica completamente le professionalità acquisite negli anni, le prove selettive  superate in precedenza. Avete dimenticato, non avete memoria storica, che fino a ieri avete fatto immettere in ruolo, quale DSGA,  persone che avevano superato un concorso per il quinto livello 15 anni prima mentre, nel frattempo, era cambiata la gran parte della normativa amministrativo-contabile della scuola.

Avete fatto in modo che chi aveva superato un concorso da sottufficiale fosse nominato ufficiale. E che fate ora? Dimenticando che centinaia di assistenti amministrativi lavorano tutti i giorni come DSGA, aspettando un concorso interno che sanasse la situazione, li mettete alla berlina chiedendo loro di avere tre anni di servizio pieno negli utlimi otto? Ma siete savi? E se manca 1 giorno che fate? E se sono 5 o 6 mesi in un anno che fate? NON VI IMPORTA NIENTE. E se c’è gente che ha superato la selezione dell’ultimo concorso aspettando la formazione, che fate? UN BEL NULLA. E se c’è gente costretta ad andare in altre regioni perchè nella propria provincia la graduatoria provinciale è “corrotta” da valutazione di servizi in qualità di DSGA presso scuole legalmente (ove la figura neanche esiste e non esiste neanche la stessa normativa) che fate? VOLTATE LE SPALLE. A me personalmente è successo questo e altro.

Mentre vi scrivo, gli altri colleghi, con cui abbiamo creato una rete,  sono in contatto con me e sono tutti d’accordo: o finalmente bloccate il concorso assurdo e portate avanti le professionalità acquisite sul campo senza ingiustizie e senza spreco di soldi o provvederemo al ritiro di TUTTE le tessere sindacali indicando pubblicamente le motivazioni. Suvvia, non potete avallare ancora ed applaudire la, solo vostra,  conquista di un concorso  lontano dalla realtà lavorativa……..”

Ecco un “problemino” di cui nessuno parla.

Saluti

Paola Neri

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur