Concorso DSGA, Anquap: tutto tace. A rischio anche assunzioni per il 2019/20

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Anquap – Dopo oltre tre mesi e mezzo dall’entrata in vigore della Legge di Bilancio, che lo aveva prescritto, la Direzione Generale del Miur non ha ancora emanato il bando di concorso per il reclutamento a tempo indeterminato di migliaia di Direttori Sga.

A far notare l’inerzia dell’Amministrazione di fronte al primo attesissimo concorso nella storia della categoria è Anquap, l’Associazione Nazionale Quadri delle Amministrazioni Pubbliche. “Si fa un gran parlare di disoccupazione giovanile dei laureati – sottolinea il presidente Giorgio Germani – e in presenza di un numero rilevante di posti relativi a un funzionario direttivo in posizione apicale nelle scuole, su tutto il territorio nazionale, la burocrazia ministeriale continua a “cincischiare“, fornendo un pessimo esempio datoriale. La stessa burocrazia che nel recente passato ha fatto saltare un concorso a 450 posti di Direttore SGA autorizzato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’aprile del 2011”.

I posti vacanti e disponibili sono nel corrente anno scolastico circa 1.700 e dal primo settembre 2018 arriveranno a circa 2.400 (il 30% dell’intero organico). La complessa procedura concorsuale non sarà breve e continuando di questo passo si mettono a rischio le assunzioni anche per l’anno scolastico 2019/2020, salvo un intervento legislativo che consenta di procedere alle immissioni in ruolo anche nel corso dell’anno scolastico 2018/2019. “Ci auguriamo – conclude Germani – che in tempi brevissimi gli “inquilini” di Viale Trastevere provvedano all’emanazione del bando di concorso per le assunzioni dei Direttori Sga”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione