Concorso DSGA, Anief: il test preselettivo escluderà 96 mila candidati

Messaggio sponsorizzato

item-thumbnail

Comunicato Anief – Si avvicina il momento atteso dai 102 mila partecipanti al concorso per Direttore dei servizi generali e amministrativi del personale Ata della scuola, attivato dopo 20 anni di vuoto: è stato infatti pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 21 il calendario della prova preselettiva del concorso pubblico, per esami e titoli, a 2.004 posti di Dsga.

Il test, che avrà una durata massima di 100 minuti, si svolgerà l’11, il 12 e il 13 giugno prossimi. Viene inoltre comunicato che “almeno venti giorni prima rispetto a quelle date, il Miur pubblicherà la banca dati dei 4 mila quesiti da cui verranno estrapolati quelli poi oggetto della prova preselettiva.

Il Ministero dell’Istruzione ha anche comunicato che “l’elenco delle sedi con la loro esatta ubicazione, l’indicazione della destinazione dei candidati distribuiti sulla base della regione per la quale hanno presentato la domanda di partecipazione, nonché l’ora di svolgimento della prova preselettiva e le ulteriori istruzioni operative, saranno comunicate almeno quindici giorni prima della data di svolgimento della prova tramite avviso pubblicato sul sito internet del Ministero (www.miur.gov.it) e degli USR competenti”.

IL TEST PRESELETTIVO

Ma come si svolgerà la prova preselettiva? Sarà “unica su tutto il territorio nazionale”, spiega il sito internet specializzato Orizzonte Scuola, anche se si potrà comunque svolgere in più sessioni. La verifica sarà “di tipo computer based ed ogni candidato avrà a disposizione una postazione informatica: consisterà nella somministrazione di cento quesiti vertenti sulle discipline previste per le prove scritte e somministrati in ordine differente per ciascun candidato”. Ogni quesito sarà “costituito da una domanda con quattro opzioni di risposta, delle quali una sola esatta”. Il test avrà “una durata massima di 100 minuti, al termine dei quali il sistema acquisirà definitivamente le risposte fornite dal candidato fino a quel momento”.

La prova preselettiva diventa un passaggio cruciale per chi tiene a superare il concorso di diventare Dsga: saranno ammessi a sostenere le prove scritte, infatti, soltanto i candidati pari a tre volte il numero di posti banditi in ciascuna regione. Saranno anche ammessi tutti i candidati che con abbiano conseguito nella prova preselettiva un punteggio pari a quello del candidato collocato nell’ultima posizione utile e i candidati disabili affetti da invalidità uguale o superiore all’80% (questi ultimi non sostengono la prova preselettiva ai sensi dell’articolo 20, comma 20-bis, della legge 104/92). Nessuna preferenza è prevista, quindi, per gli assistenti amministrativi che hanno svolto almeno tre anni di servizio nel ruolo superiore.

TUTTI SULLO STESSO PIANO

I “facenti funzione”, che non dovrebbero essere più di 1.500, dovranno mettersi in concorrenza con gli altri 100 mila candidati: tutti partiranno nella stessa posizione. E poco più di 6 mila avranno accesso allo scritto. Alla fine del test preselettivo, quindi, considerando che la valutazione del test si realizzerà sul computer in tempo reale, per 96 mila aspiranti Dsga il concorso sarà giunto al capolinea prima ancora di iniziare.

La beffa, per gli assistenti amministrativi facenti funzione, è che per loro il diritto di riserva del 30% scatterà solo qualora dovessero riuscire ad essere collocati nelle graduatorie di merito finali.

CON ANIEF PER ACCEDERE DIRETTAMENTE ALLE PROVE SCRITTE

Alla luce degli ultimi sviluppi della procedura concorsuale, considerando soprattutto l’alto numero di candidature presentate, per gli Ata facente funzione, con 3 anni interi di servizio svolto su ruolo superiore come Dsga, è fondamentale presentare ricorso al Tar del Lazio per accedere direttamente alle prove scritte del concorso, senza svolgere la prova preselettiva. 

CORSI PREPARATORI AL TEST

Si ricorda che tutti i martedì e i giovedì, fino all’una di notte, Eurosofia mette a disposizione di tutti gli iscritti al corso online la simulazione: “100 quesiti in 100 minuti. È una metodologia ampiamente collaudata, molto efficace per raggiungere l’obiettivo che vi si siete prefissati. Gli interessati possono visualizzare on line i programmi dei corsi e le date degli incontri, fruibili su internet o in presenza.

GLI ALTRI RICORSI PER GLI AMMINISTRATIVI FACENTE FUNZIONE

Il giovane sindacato, intanto, continua a raccogliere ricorsi, da sottoporre al giudice del lavoro, per ottenere la trasformazione in contratto a tempo indeterminato dei contratti a tempo determinato su posti vacanti e disponibili illegittimamente reiterati per oltre 36 mesi per lo svolgimento della funzione di Dsga, con richiesta di relativo risarcimento.

Allo stesso tribunale viene presentato il ricorso a favore dei Dsga che non vogliono soccombere al metodo della temporizzazione e per ottenere il riconoscimento del servizio pregresso prestato come responsabile amministrativo o come assistente amministrativo.

Anief ha infine predisposto al giudice del lavoro una specifica impugnazione per il personale Ata che intende recuperare la differenza retributiva spettante per lo svolgimento delle funzioni di Dsga.

Versione stampabile
Argomenti: