Concorso DS, posti liberi per rinuncia: riscorrere graduatoria dall’inizio. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Giancarlo Marcelli * – Ho guidato, per il concorso a dirigente scolastico, alcuni candidati, con i quali ho condiviso pensieri e aspettative, memore delle mie peripezie passate, quando nel 1992, dopo il concorso nazionale asfissiante vinsi un posto da preside in Veneto. Una regione straordinaria che invidio ai suoi abitanti fra i quali a un certo punto della mia esperienza ho pensato di candidarmi.

Ora penso a altro e al disagio per niente contenuto per alcuni di dover andare lontano con una prospettiva triennale di presenza e senza possibilità di revisione. Sono state 37 le diverse commissioni che hanno giudicato i candidati, per ritrovarsi in conclusione tutti nella stessa graduatoria fatta da bravi con fortuna e bravi senza fortuna, penalizzati da commissari, a mio avviso, anche troppo autoreferenziali.

La gravità della circostanza è rafforzata dal fatto che, per le rinunce, che oggettivamente si verificheranno in questi giorni, non saranno coinvolti nuovamente i primi della graduatoria ma si scorrerà la stessa consentendo a chi è arrivato dopo di prendere posti a chi è arrivato prima, creando oltre il danno la beffa.

Non so cosa faranno in questi giorni i sindacati che si sono spesi tanto per la legge 104, pensando che si sia di fronte a un concorso non per esami ma per titoli, trascurando oltre misura tanti altri diritti, la cui elencazione sarebbe complicata. Solo alcuni hanno proposto riserve al metodo di scorrimento ricordato e si stanno battendo per l’assegnazione quanto più possibile regionale.

Un gran problema che se non verrà affrontato adeguatamente determinerà per le scuole un danno incommensurabile e per i concorrenti vincitori non fortunati una sorta di assegnazione mancata. Per questo penso che il sistema vada subito revisionato, con la ricerca di soluzioni, seppur tardive, rispettose dei vincitori del territorio.

*Dirigente scolastico Marche

Versione stampabile
anief banner
soloformazione