Concorso a DS in Lombardia: nominato il nuovo perito, gli esiti si conosceranno il 22 marzo prossimo

Stampa

Giulia Boffa – Ieri 21 gennaio si è aggiunto un altro tassello all’intricata storia del concorso a DS lombardo. Nuovo perito, con compiti ben definiti. Stabilito anche il compenso di 5.000 euro. 

Giulia Boffa – Ieri 21 gennaio si è aggiunto un altro tassello all’intricata storia del concorso a DS lombardo. Nuovo perito, con compiti ben definiti. Stabilito anche il compenso di 5.000 euro. 

Il Consiglio di Stato ha deposto la sentenza per la nomina di un nuovo esaminatore per le buste del concorso, dopo che il Direttore del Dipartimento di scienze merceologiche dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza”, con atto depositato il 14 dicembre 2012,  ha rinunciato all’incarico «non avendo a disposizione le attrezzature necessarie per svolgere la verifica tecnica».
 
L’esperto designato ieri è il prof. Teodoro Valente, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Chimica Materiali Ambiente dell’Università degli studi di Roma “la Sapienza”.
 
La verifica dovrà:
a) accertare, mediante un’indagine tecnica sulla composizione e sulle caratteristiche materiali delle buste, la loro natura e consistenza; 

b) verificare se e con quali modalità siano leggibili i nominativi dei canditati posti all’interno delle buste; 

  • che la verificazione deve essere effettuata sulle buste depositate presso la segreteria della Sesta Sezione del Consiglio di Stato; 
  • che va analizzato un campione di tali buste non inferiore a trenta; 
  • che il verificatore deve comunicare ai difensori delle parti il giorno e l’ora in cui procederà all’accertamento tecnico;
  • che la relazione finale deve essere depositata presso la segreteria della Sezione entro il 1° marzo 2013;
  • che al verificatore deve essere corrisposta, dalla parte che risulterà soccombente nel processo, la somma di euro 5.000,00;
  • che si rinvia la trattazione della causa all’udienza pubblica del 22 marzo 2013. 
Non resta che attendere il 22 marzo 2013 per conoscere gli esiti della verifica e il destino dei ricorrenti.
 
L’ordinanza 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia