Concorso DS: le otto ore della discordia

di Lalla
ipsef

Gennaro Capodanno – Otto ore per ciascuna delle due prove scritte. Un tempo lunghissimo, specialmente se rapportato ai 100 striminziti minuti concessi nella prova preselettiva, per rispondere ai 100 quiz tratti dal librone. Ma quando e dove andava fissato tale tempo? Nel precedente corso-concorso, quello per intenderci bandito nel 2004, il tempo per ciascuna delle due prove, stesura del saggio e predisposizione del progetto, era indicato in sei ore, nell’articolo 11 del relativo bando. Invece, nel bando dell’attuale concorso, emanato con D.D.G. del 13.7.2011, questo dato risulta omesso, laddove, per prassi, in un decreto che indice un bando di concorso o stabilisce una prova scritta, la durata è espressamente indicata.

Gennaro Capodanno – Otto ore per ciascuna delle due prove scritte. Un tempo lunghissimo, specialmente se rapportato ai 100 striminziti minuti concessi nella prova preselettiva, per rispondere ai 100 quiz tratti dal librone. Ma quando e dove andava fissato tale tempo? Nel precedente corso-concorso, quello per intenderci bandito nel 2004, il tempo per ciascuna delle due prove, stesura del saggio e predisposizione del progetto, era indicato in sei ore, nell’articolo 11 del relativo bando. Invece, nel bando dell’attuale concorso, emanato con D.D.G. del 13.7.2011, questo dato risulta omesso, laddove, per prassi, in un decreto che indice un bando di concorso o stabilisce una prova scritta, la durata è espressamente indicata.

A colmare la lacuna ci ha pensato la recente nota, prot. n. AOODGPER.9008 – datata 4.11.2011 ed indirizzata ai direttori generali degli uffici scolastici regionali – della Direzione Generale per il Personale scolastico, Ufficio II, del Dipartimento per l’Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, avente per oggetto: " Concorso dirigenti scolastici – Individuazione date prove scritte ".

In verità, leggendo il contenuto, nell’oggetto sarebbe stato necessario aggiungere " e durata di tali prove ", perché è appunto nella succitata nota che se ne determina la durata in otto ore. Una semplice dimenticanza? Si potrebbe pensare che si sia voluto glissare su di una precisa carenza del bando, che avrebbe potuto aprire la strada anche a problemi di carattere giuridico. Se, come ritengo, la durata di ciascuna delle due prove doveva già essere fissata nel decreto che bandiva il concorso, ponendola così anticipatamente a conoscenza di quanti dovevano decidere se parteciparvicosì come fatto, peraltro, per la prova preselettiva, per la quale, al punto 8. dell’articolo 8 del bando, si fissa in 100 minuti la durata, la sua indicazione con una nota successiva sia alla presentazione della domanda sia allo svolgimento della prova preselettiva, potrebbe sollevare questioni, che
andrebbero ad aggiungersi a quelle, ben note, che stanno producendo la presentazione di alcune migliaia di ricorsi da parte di coloro che o non hanno partecipato alla prova preselettiva o non sono risultati idonei alla stessa.

La nota del 04 novembre 2011

Versione stampabile
anief
soloformazione