Concorso DS deve abbattere le reggenze. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Mario Bocola – Dovrebbe andare molto spedito il Concorso a Dirigenti Scolastici.

Le sottocommissioni si sono riunite a Roma lo scorso 24 gennaio ed hanno incominciato a correggere le prove scritte di lingua Inglese.

La correzione delle prove scritte deve obbligatoriamente terminare entro il 31 marzo e successivamente dalla metà di aprile i candidati che hanno superato la prova scritta potranno sostenere la prova orale.

I candidati, sia in caso di esito positivo o negativo riceveranno una pec con l’esito. Come si ricorderà i vincitori del concorso a Dirigente Scolastico non dovranno più sostenere il corso di formazione, ma saranno assunti a tempo indeterminato nel ruolo dirigenziale. Tutta la procedura sarà gestita dal Cineca.

Si tratta, dunque, di una procedura concorsuale più snella perché vista nell’ottica di sopperire al fabbisogno dei Dirigenti nelle istituzioni scolastiche, che tuttora sono affidati alle reggenze di più scuole. Il concorso dovrebbe abbattere, appunto, la piaga delle reggenze.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione