Concorso DS Bolzano, Anief ricorre per ammissione precari con almeno 5 anni di servizio e neoassunti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Anief – La battaglia del giovane sindacato guidato da Marcello Pacifico per la parità di diritti tra personale precario e di ruolo si arricchisce di un nuovo tassello: dopo l’impugnazione del bando nazionale del corso-concorso per dirigenti scolastici – su cui il TAR Lazio si è già espresso positivamente – e di quello della provincia autonoma di Trento, oggi tocca al decreto 1828/2018 dell’intendenza scolastica di Bolzano. Alla base della decisione dell’Anief di avviare il nuovo ricorso è, ancora una volta, l’illegittima esclusione dei docenti precari o neoimmessi in ruolo con cinque di servizio pregresso.

“Dopo la recente conferma al TAR Lazio della correttezza delle nostre tesi in relazione al bando nazionale – commenta Marcello Pacifico, presidente Anief e segretario confederale Cisal – vogliamo che anche i tribunali regionali di giustizia amministrativa di Trento e di Bolzano diano il via libera all’ammissione al concorso DS dei precari e dei neoimmessi in ruolo. Perché sia garantita parità di trattamento tra personale di ruolo e a tempo determinato su tutto il territorio nazionale”.

Gli interessati dovranno presentare la domanda cartacea predisposta dal sindacato entro il 9 marzo, unitamente alla dichiarazione dei titoli posseduti. Entrambi i modelli possono essere scaricati durante la procedura di adesione al ricorso sul portale Anief, da perfezionare entro il medesimo termine.

Per aderire al ricorso e scaricare il modello di domanda cartaceo, CLICCA QUI

8 febbraio 2018

Ufficio Stampa Anief

Versione stampabile
anief
soloformazione