Concorso DS: anche in Molise ammessi all’orale meno del numero dei posti a concorso

di Lalla
ipsef

prof. Antonello Venditti – La commissione nominata nel Molise per il concorso a Dirigente Scolastico ha terminato i lavori di correzione delle prove scritte. Sono solo 11 gli ammessi alla prova orale su una sessantina che erano stati ammessi alle prove scritte (la percentuale oscilla tra il 15 e il 20%).

prof. Antonello Venditti – La commissione nominata nel Molise per il concorso a Dirigente Scolastico ha terminato i lavori di correzione delle prove scritte. Sono solo 11 gli ammessi alla prova orale su una sessantina che erano stati ammessi alle prove scritte (la percentuale oscilla tra il 15 e il 20%).

I posti messi a concorso per il Molise sono 16. Quindi, anche in questo caso come già accaduto in Friuli Venezia Giulia, è risultato ammesso alle prove orali un numero di candidati inferiore al numero di posti messi a concorso.

Vediamo di analizzare le conseguenze di tale accadimento.

Se tutti questi 11 candidati supereranno anche la prova orale, nella ragionevole ipotesi in cui il Ministero continuerà ad assumere Dirigenti dall’elenco degli idonei, oltrepassando il termine di validità delle graduatorie stabilito dal bando, che lo fissa in 3 anni, nel corso di qualche anno (presumibilmente 5) essi avranno il privilegio di sedersi su una poltrona da Dirigente.

Il problema è questo: nella probabile ipotesi in cui le commissioni di regioni limitrofe non siano state così selettive, ci saranno idonei disposti ad occupare una poltrona da Dirigente in una provincia a loro vicina (per l’appunto il Molise).

Quindi, il Molise si ritroverà con Dirigenti Scolastici dichiarati idonei da quelle commissioni meno selettive delle regioni limitrofe, che potranno accedere alle poltrone molisane che si libereranno nel corso degli anni.

Non c’è proprio giustizia in questa Italia.

Concorso DS: Friuli Venezia Giulia termina la correzione degli scritti. Ammessi all’orale meno del numero dei posti a concorso

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare