Concorso docenti 2016, compenso commissari causa ritardi procedure

WhatsApp
Telegram

Il concorso a cattedra 2016 non si è concluso con diverse procedure ancora  in atto, prima fra tutte quella relative ai docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

Se per la procedura relativa alla scuola dell’infanzia i ritardi erano “giustificati” implicitamente dalla volontà politica di smaltire le GM del concorso 2012, considerato che per tale segmento di istruzione la legge 107/2015 non aveva previsto l’organico di potenziamento, per tutte le altre le motivazioni sono da ricercare altrove nei ritardi nell’ambito della costituzione delle commissioni e nelle successive e continue modifiche delle medesime, a causa delle dimissioni dei commissari.

Perché vi sono stati i suddetti ritardi e i numerosissimi casi di dimissioni (basta farsi un “giro” nei siti degli USR per verificare)? Per un motivo semplice: tanto lavoro, grosse responsabilità e un compenso ridicolo.

In un articolo, pubblicato su Il Tirreno – Toscana, si parla di “caporalato di Stato” in quanto i compensi dei commissari per la valutazione dei compiti sono simili a quelle di “chi si spacca la schiena nei campi”.

Ricordiamo che ai commissari è attribuito un compenso di 1,00 euro per ciascun elaborato corretto.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, ecco il bando. Corso di preparazione: proroga prezzo scontato 120 euro al 31 maggio