Nuovo Concorso straordinario e STEM, sindacati chiedono al Ministero un “confronto”. Cosa significa e cosa potrebbe cambiare

WhatsApp
Telegram

Dopo la fumata nera di ieri, 9 novembre, le organizzazioni tornano alla carica sul concorso STEM e propongono un nuovo incontro al ministero per discutere dei tasti dolenti della procedura così come è stata presentata nei giorni scorsi.

Ecco il comunicato integrale congiunto Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda degli insegnanti, Snals Confasal:

“Alla luce dell’informativa presentata alle organizzazioni sindacali sul tema del DM del nuovo concorso ordinario previsto in attuazione dell’articolo 59 comma 18 del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito dalla legge 23 luglio 2021, n. 106 73/2021 nel corso dei due incontri tenuti il 4 e il 9 novembre 2021, le scriventi, con riferimento a quanto previsto dall’art.22, comma 8, lettera a3, chiedono l’apertura del confronto su:

• contingente di posti da destinare alla summenzionata procedura;
• contingente di posti da assegnare alla procedura prevista in attuazione dell’articolo 59, comma 9-bis, del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito dalla legge 23 luglio 2021, n. 106.

Chiediamo di integrare i dati sulle immissioni in ruolo forniti dall’amministrazione, fornendoci l’informativa sui posti relativi alle discipline STEM individuati per la procedura di cui all’articolo 59,
comma 4, del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito dalla legge 23 luglio 2021, n. 106.

Chiediamo inoltre di ricevere l’informativa sui dati sulle regioni in cui residuano posti non assegnati ai vincitori della procedura ordinaria del concorso STEM, DD 826 dell’11 giugno 2021, per effetto di rinunce o altro, in presenza di idonei.Nel frattempo l’Amministrazione sospenda ogni atto connesso alla materia oggetto della presente richiesta.

Con l’occasione si ripropone quanto già richiesto con forza in occasione degli incontri citati, ovvero di avviare con tempestività e priorità il confronto sulla nuova procedura straordinaria prevista dal comma 9-bis, art. 59 D.L.73/2021. Si chiede pertatnto di destinare a tale procedura, secondo quanto previsto dalla norma, i posti vacanti e disponibili per l’anno scolastico 2021/2022 che residuano dalle immissioni in ruolo effettuate ai sensi dei commi 1, 2, 3 e 4, dell’art. 59 DL 73/2021, fatti salvi i posti di cui ai concorsi per il personale docente banditi con i decreti del Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione del Ministero dell’istruzione nn. 498 e 499 del 21 aprile 2020,
pubblicati nella Gazzetta Ufficiale, 4ª serie speciale, n. 34 del 28 aprile 2020.”

La richiesta si è resa necessaria dopo la presentazione della tabella delle immissioni in ruolo effettuate entro l’8 ottobre 2021 e la mancata indizione del nuovo concorso straordinario, previsto dal Decreto Sostegno con prova disciplinare da sostenere entro dicembre 2021.

SCARICA TABELLE UFFICIALI IMMISSIONI IN RUOLO 2021/22

Cosa potrebbe cambiare

  • se si punta solo sul nuovo concorso ordinario i 6.333 posti individuati per le discipline STEM (A020, A026, A027, A028, A041)  potranno andare indistintamente a docenti neolaureati /precari/ docenti di ruolo che superino le prove e si collochino entro il numero dei posti a bando.
  • nel caso si bandisca il nuovo concorso straordinario con una prova disciplinare questi posti sarebbero riservati esclusivamente ai docenti  precari/di ruolo che hanno maturato almeno 3 anni di servizio negli ultimi 5 nelle scuole statali, di cui almeno 1 nella classe di concorso per cui si partecipa come previsto dal Decreto Sostegni bis.

Concorso STEM 2021, è ancora fumata nera: Ministero e sindacati lontani dall’accordo. Anief: “Si assumano gli idonei”

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO