Concorso docenti, “stanchi di essere presi per somari dai giornali filogovernativi”

Stampa

Dure parole ieri durante la festa dell'Unità a Catania relativamente alle bocciature del concorso a cattedra.

Dure parole ieri durante la festa dell'Unità a Catania relativamente alle bocciature del concorso a cattedra.

Ricordiamo che durante le scorse settimane numerose sono state le polemiche relative al numero di bocciature del concorso 2016, che ha visto percentuali superiori al 50%, con punte del 70% nell'infanzia.

Numeri che hanno scatenato la fantasia di alcuni giornalisti di testate nazionali, le cui tesi si sono concentrate sulla scarsa preparazione dei docenti.

Diverso il punto di vista dei docenti che hanno svolto il concorso, che ieri si sono fatti sentire durante la festa dell'Unità a Catania.

E' stato permesso di intervenire ad una docente che ha partecipato al concorso per storia e filosofia. Ecco le sue parole

"Docenti laureati con ottimi voti, preparati, magari con dottorati di ricerca che non sono stati ammessi alle prove orali. E' stato – ha detto la docente precaria – un concorso assurdo con dei quesiti illogici da svolgere in un tempo insufficiente. In 18 minuti ci hanno chiesto di parlare dell'Islam dal VII al XX secolo, oggettivamente impossibile.

"In che modo – ha concluso – pensate di selezionare i docenti migliori utilizzando strumenti che non sono validi. Avete valutato veramente la qualità con questo concorso?"

Secca la riposta della Senatrice Puglisi, che ha fatto rientrare nella media una percentuale di bocciature del 50%, identica a quella del 2012.

L'audio del dibattito

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur