Concorso docenti secondaria, accesso con laurea e servizio: come si calcolano le tre annualità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il concorso per la scuola secondaria, delineato dalla legge di bilancio che ha modificato il D.lgs. n. 59/2017, prevede, in prima applicazione, che i docenti con 3 annualità di servizio siano esonerati dal conseguimento dei 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche.

Ricordiamo in questa scheda i requisiti per partecipare al concorso, cos’è previsto in merito per i docenti con 3 annualità e come si calcola l’anno di servizio.

Requisiti

  • Costituisce titolo di accesso al concorso per i posti comuni:

abilitazione specifica sulla classe di concorso oppure il possesso congiunto di laurea (magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, coerente con le classi di concorso vigenti alla data di indizione del concorso) e 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

  • Costituisce titolo di accesso al concorso per i posti di insegnante tecnico-pratico:

diploma di accesso alla classe di concorso richiesta (fino al 2024/25).

  • Costituiscono titolo di accesso al concorso per i posti di sostegno:

– i succitati requisiti (quelli per i posti comuni oppure quelli per i posti di ITP) più il titolo di specializzazione su sostegno.

  • Per i posti comuni, inoltre, possono partecipare al concorso, senza conseguire i 24 CFU, coloro i quali sono in possesso di abilitazione per altra classe di concorso o per altro grado di istruzione, fermo restando il possesso del titolo di accesso alla classe di concorso ai sensi della normativa vigente.

Docenti con 3 annualità di servizio

Tra i docenti in possesso solo della laurea, i docenti con 3 annualità di servizio, anche non continuativo, su posto comune o di sostegno, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione, potranno partecipare al concorso con la sola laurea, senza quindi i 24 CFU, per una delle classi di concorso per le quali hanno almeno un anno di servizio. Tale beneficio, come detto all’inizio, è previsto soltanto in prima applicazione.

Sempre in prima applicazione, per i succitati docenti è prevista una riserva di posti pari al 10%.

Calcolo annualità di servizio

Nel testo del novellato D.lgs. 59/2017 si dispone che le tre annualità di servizio sono “valutabili come tali ai sensi dell’articolo 11, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124

Il succitato articolo 11, comma 14, della legge n. 124/99 indica cosa si debba intendere con la previsione dettata in merito dall’articolo 489, comma 1, del D.lgs. 297/94:

“Il comma 1 dell’articolo 489 del testo unico è da intendere nel senso che il servizio di insegnamento non di ruolo prestato a decorrere dall’anno scolastico 1974-1975 è considerato come anno scolastico intero se ha avuto la durata di almeno 180 giorni oppure se il servizio sia stato prestato ininterrottamente dal 1° febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.”

Per annualità di servizio, dunque, bisogna intendere il servizio prestato per almeno 180 giorni o il servizio prestato ininterrottamente dal 1° febbraio sino al termine delle operazioni di scrutinio o al termine delle attività educative per la scuola dell’infanzia (in quest’ultimo caso ha chiarito il Miur con nota n. 7526 del 24 luglio 2014).

Calcolo 3 annualità di servizio

In conclusione, per calcolare il servizio prestato e verificare se si è in possesso delle tre annualità richieste, gli interessati devono accertarsi di aver svolto, per ciascuno dei tre anni scolastici considerati, 180 giorni di servizio anche non continuativo o un servizio ininterrotto dal 1° febbraio alle operazioni di scrutinio.

Sottolineiamo che non è possibile sommare servizi appartenenti ad anni scolastici differenti, per cui i 180 giorni vanno riferiti ad un solo anno scolastico.

Concorso, immissione in ruolo e formazione: scheda di sintesi sul nuovo reclutamento

Versione stampabile