Concorso docenti: la revoca dei ruoli in più rispetto al numero previsto dal bando

di Lalla
ipsef

Lalla – Come avevamo fortemente sospettato, in alcune regioni e per alcune classi di concorso si è venuta a creare confusione sull’attribuzione dei ruoli da concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2012 qualora l’USR avesse la possibilità di attribuire un numero di ruoli superiore al numero massimo per cui il concorso stesso è stato bandito. Il caso di un ruolo in più revocato in Sicilia.

Lalla – Come avevamo fortemente sospettato, in alcune regioni e per alcune classi di concorso si è venuta a creare confusione sull’attribuzione dei ruoli da concorso DDG n. 82 del 24 settembre 2012 qualora l’USR avesse la possibilità di attribuire un numero di ruoli superiore al numero massimo per cui il concorso stesso è stato bandito. Il caso di un ruolo in più revocato in Sicilia.

Si tratta di casi isolati – molto più frequente il caso in cui al numero dei posti messi a bando ha corrisposto per l’a.s. 2013/14 un numero esiguo di ruoli – ma è accaduto.

La testimonianza di una docente di Lingue in Sicilia.

"Il concorso DDG n. 82 del 24 settembre prevede per la A245 e 8 posti per la A246.

Venerdì 30 agosto a Siracusa convocano 15 candidati da concorso per 6 posti per A245 e 4 posti per A246 (10 posti in tutto).

In mattinata ci comunicano che è uscito un altro posto a Siracusa classe di concorso A246 per cui i posti sono 11.

Io occupo la posizione numero 11 e ricevo dunque una proposta di assunzione a tempo indeterminato per la classe di concorso A246 nella provincia di Agrigento.

Sabato 31 mi reco ad Agrigento e scelgo la sede (Ist. alberghiero di Licata). Lunedì 2 settembre prendo servizio presso l’istituto e partecipo al collegio docenti previsto per quel giorno.

Mercoledì 4 settembre USP di Siracusa, tramite telefono, mi comunica che il ruolo mi è stato revocato perché il bando prevedeva solo 5 posti A245 e erroneamente ne avevano dati 6. Al collega che occupava la decima posizione è stata tolta la cattedra A245 in provincia di Trapani e gli è stata data la mia. Mi invieranno una revoca scritta."

Non possiamo consigliare nulla alla collega dal punto di vista legale, ma ci rendiamo conto di quanto un errore del genere possa essere incisivo nella vita personale di ciascuno dei soggetti coinvolti "Avevo disdetto casa in provincia di Reggio Emilia, il mio compagno aveva lasciato il lavoro a Reggio e avevamo affittato casa a Licata"

Orizzonte Scuola aveva già denunciato che c’era stata da parte di alcuni uffici superficialità e approssimazione nel rispetto delle Istruzioni operative diramate dal Ministero con circolare n. 21 del 21 agosto 2013, nelle quali si scriveva a chiare lettere che le graduatorie del concorso pubblicate entro il 31 agosto 2013 potevano essere utilizzate "entro il limite massimo dei posti messi a concorso".

Una precisazione scontata, ma doverosa da parte del Ministero. E’ possibile che ci siano altre rettifiche per cui la collega riuscirà a risolvere la sua situazione personale, resta l’amarezza per il caos in cui ci rendiamo conto, si sono svolte le operazioni di immissioni in ruolo 2013.

Ricordiamo i casi più eclatanti dei quali dovremo, purtroppo, ancora occuparci

Concorso docenti Lazio, spunta lo scandalo dei compiti validi, ma candidati non sono inclusi nella graduatoria degli ammessi alla prova orale

Immissioni in ruolo da concorso 2012 in Calabria, un caso scottante

Concorso a cattedra, sospetti su nomine in ruolo in più rispetto ai posti a bando

Versione stampabile
anief
soloformazione