Concorso docenti infanzia e primaria, quando cominceranno le prove orali

WhatsApp
Telegram

Concorso infanzia e primaria: le prove scritte, relative al bando DD n. 498 del 21 aprile 2020 modificato dal Decreto 18 novembre 2021, si svolgeranno tra il 13 e il 21 dicembre. Gli USR pubblicano l’abbinamento dei candidati alla sede di esame. La prova si svolgerà in più giorni, dato il numero elevato di partecipanti, nel rispetto delle norme di sicurezza del protocollo.

Come si svolge la prova scritta

La prova scritta si svolgerà tra il 13 e il 21 dicembre AVVISO

Elenco delle sedi di esame

La procedura, sia per posti comuni che di sostegno si articolerà in:

  • un’unica prova scritta con 50 quesiti a risposta multipla, di cui 40 volti all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulla disciplina della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, 5 sull’informatica e 5sulla lingua inglese a livello B2. Non è prevista la pubblicazione anticipata dei quesiti; I QUADRI DI RIFERIMENTO E LE AREE TEMATICHE

Quanto valgono le singole risposte

La commissione nazionale ha redatto i quadri di riferimento, pubblicati dal Ministero e fornito le seguenti informazioni

La risposta esatta vale 2 punti (sia essa riferita alla disciplina che all’inglese che all’informatica).

La risposta non data o la risposta errata non comportano decurtazione di punteggio. In questo caso la risposta vale comunque zero punti.

La prova è valutata al massimo 100 punti ed è superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Chi supera la prova scritta accede alla prova orale

Solo i candidati che supereranno la prova scritta, almeno con il punteggio minimo, saranno convocati per la prova orale.

Quando si svolgerà la prova orale? 

In questo caso non c’è una data nazionale, ma essa sarà gestita a livello regionale dalle singole commissioni. E, verosimilmente, come accaduto per altre procedure, ci saranno commissioni più “veloci” nei tempi e commissioni che invece potrebbero avere problemi organizzativi e dunque richiedere più tempo.

In linea generale, grazie alla prove computerizzata a risposta multipla con risultato immediato, il tempo utile per la prova orale del concorso è abbastanza ampio.

Obiettivo per tutte le commissioni: concludere tutti i lavori in tempo utile per le assunzioni dell’anno scolastico 2022/23.

Cosa dice il decreto 18 novembre 2021 “5. In base a quanto previsto dall’articolo 10, comma 7 del decreto dipartimentale 21 aprile 2020, n. 498, i candidati ammessi alla prova orale ricevono da parte del competente USR comunicazione esclusivamente a mezzo di posta elettronica all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso, del voto conseguito nella prova scritta, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della loro prova orale almeno venti giorni prima dello svolgimento della medesima.

Quindi in questo caso, a differenza della prova scritta, ci sarà una convocazione individuale almeno venti giorni prima rispetto alla svolgimento della prova.

Considerato che la prova scritta si svolge a ridosso delle festività natalizie, la prova orale si svolge a partire dal mese di gennaio – febbraio 2022.

La prova orale si svolgerà nella regione responsabile della procedura concorsuale, nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali

Anche per la prova orale la commissione nazionale redigerà dei quadri di valutazione, sui quali  le commissioni regionali imposteranno la griglia di valutazione.

Per la valutazione della prova orale la commissione ha a disposizione un massimo di 100 punti. La prova orale è superata dai candidati che
conseguono il punteggio minimo di 70 punti su 100.

Come si svolge la prova orale

La prova orale, sia per posto comune che sostegno, accerta la preparazione del candidato secondo quanto previsto dall’Allegato A

La prova valuta la padronanza delle discipline nell’ambito dell’unitarietà dell’insegnamento e dell’attività educativa, nonché la relativa capacità di progettazione didattica efficace, anche con riferimento all’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi previsti dagli ordinamenti didattici vigenti.

Per il posto di sostegno, la prova valuta la competenza del candidato nelle attività di sostegno all’alunno con disabilità volte alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare per garantire l’inclusione e il raggiungimento di obiettivi adeguati alle possibili potenzialità e alle differenti tipologie di disabilità, anche mediante l’impiego didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali.

La prova orale ha una durata massima complessiva di 30 minuti, fermi restando gli eventuali tempi aggiuntivi e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e consiste nella progettazione di una attività didattica, comprensiva dell’illustrazione delle scelte contenutistiche, didattiche, metodologiche compiute e di esempi di utilizzo pratico delle tecnologie digitali.

La commissione interloquisce con il candidato anche con riferimento alla la capacità di comprensione e conversazione in lingua inglese almeno al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue nonché della specifica capacità didattica, che nel caso dei posti di sostegno contempla la didattica speciale.

Corso di preparazione al concorso ordinario per scuola dell’infanzia e primaria – Edizione 2021/2022

La graduatoria di merito regionale

La commissione giudicatrice, a seguito degli esiti della prova scritta, della prova orale e della valutazione dei titoli, procede alla compilazione delle graduatorie di merito regionali distinte per insegnamento e tipologia di posto. Il punteggio finale è espresso in duecentocinquantesimi (duecento max per prova scritta e orale, 50 max per i titoli).

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito