Concorso docenti infanzia e primaria, come funzioneranno immissioni in ruolo. Entro 30 luglio graduatorie

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Il concorso straordinario per la scuola dell’infanzia e primaria, riservato ai diplomati magistrale entro l’a.s. 2001/02 e ai laureati in SFP con due anni di servizio specifico negli ultimi otto, è ormai avviato con la pubblicazione del decreto del 17 ottobre 2018. Si attende a breve la pubblicazione del bando.

Concorso docenti straordinario infanzia e primaria, pubblicato decreto in Gazzetta. Tutte le info

I docenti partecipanti, al termine della procedura, saranno inseriti in una graduatoria di merito straordinaria regionale. Vediamo come e quando si procederà alla redazione della predetta graduatoria e come verranno utilizzate le medesime per le assunzioni.

Compilazione graduatorie di merito

La compilazione delle graduatorie di merito è di competenza delle rispettive commissioni.

Le commissioni procedono alla compilazione delle GM dopo la valutazione della prova orale e dei titoli.

Ciascuna graduatoria comprende tutti i docenti partecipanti, in quanto la procedura non è selettiva.

Pubblicazione graduatorie

Le graduatorie sono approvate con decreto del dirigente preposto
all’USR entro il 30 luglio 2019.

Le graduatorie approvate sono trasmesse al sistema informativo del Miur e sono pubblicate nell’albo e sul sito internet dell’USR, nonché sul sito internet del Ministero.

Utilizzo graduatorie

Le graduatorie, leggiamo nel decreto, sono utilizzate annualmente, nei limiti indicati dall’art. 4, comma 1-quater lettera b), della legge n. 96/2018:

b)  concorso straordinario, bandito in ciascuna regione, al quale, al netto dei posti di cui alla lettera  a) , è destinato il 50 per cento dei posti di cui all’alinea sino a integrale scorrimento di ciascuna graduatoria regionale; ciascuna graduatoria regionale è soppressa al suo esaurimento;”

I limiti, dunque, riguardano la percentuale di posti destinata alla procedura, ossia il 50% da dividere con il concorso ordinario.

Queste le percentuali di immissione in ruolo nei prossimi anni:

  • il 50% dei posti sarà assegnato alle GAE  (qualora esaurite i posti residui si aggiungono a quelli destinati ai concorsi);
  • il 50% dei posti sarà assegnato ai concorsi secondo le percentuali e l’ordine seguente:
  1. – con priorità al concorso 2016;
  2. – qualora residuino posti, al concorso straordinario e al nuovo concorso ordinario con quote del 50% ciascuno.

Graduatorie di merito ad esaurimento

Le graduatorie, leggiamo nel decreto, sono utilizzate, secondo quanto detto sopra, sino al loro esaurimento. Pertanto, i docenti inseriti nelle GM saranno tutti immessi in ruolo, sebbene con tempi diversi a seconda dei posti disponibili e quindi della regione di partecipazione.

Immissioni in ruolo e cancellazione GM

L’immissione in ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali (vi saranno, infatti, candidati inseriti nelle GM primaria e infanzia) ha come conseguenza la decadenza dalle altre graduatorie del presente concorso, dalle graduatorie di istituto e dalle graduatorie ad esaurimento.

Rinuncia al ruolo

La rinuncia al ruolo da una delle graduatorie di merito straordinarie regionali comporta la decadenza soltanto dalla relativa graduatoria.

Decreto

Allegato A con Programmi da Studiare

Allegato B griglia di valutazione prova orale

Allegato C tabella di valutazione titoli

Tutto sul concorso infanzia e primaria

Versione stampabile
anief
soloformazione