Concorso docenti discipline Stem, ci sono anche i posti per la scuola media: più di 3mila per la classe A028

Stampa

Alla fine l’errore è stato corretto. Il testo del decreto sostegni bis è stato pubblicato e presenta una novità sostanziale, ovvero i posti per il concorso per le discipline Stem sono raddoppiati, proprio perchè sono stati aggiunti i posti per far partecipare gli insegnanti delle scuole secondarie di primo grado.

Secondo quanto previsto dal testo pubblicato in Gazzetta, i posti messi a bando per le materie STEM vengono raddoppiati. Infatti, i 3mila previsti nella bozza, sono passati a più di 6mila. Ecco la tabella con la divisione dei posti sulla base delle classi di concorso.

Si tratta di una novità, dato che, come abbiamo scritto in precedenza, nella prima versione del testo del decreto, tale classe di concorso non aveva nessun posto a disposizione, ma vi erano solo i posti per la scuola secondaria di secondo grado.

In totale, dunque, sono 3124 i posti a disposizione per la classe di concorso A028, ovvero quella per insegnare matematica e scienze alla scuola secondaria di primo grado.

Le prove

Si tratterà di una prova scritta con più quesiti a risposta multipla, volta all’accertamento delle conoscenze e competenze del candidato sulle discipline della classe di concorso o tipologia di posto per la quale partecipa, nonché sull’informatica e sulla lingua inglese.

La prova, computer–based, si svolge nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali e consiste nella somministrazione di 50 quesiti, 40 dei quali vertenti sui programmi previsti dall’allegato A al decreto del Ministro dell’istruzione 20 aprile 2020, n. 201 per la singola classe di concorso, 5 sull’informatica e 5 sulla lingua inglese.

Non ancora noti i programmi per inglese (verosimilmente si presuppone una conoscenza a livello B2) e informatica.

Per la classe di concorso A028 – Matematica e scienze i 40 quesiti vertenti sui programmi sono suddivisi tra 20 quesiti di matematica e 20 quesiti nell’ambito delle scienze chimiche, fisiche, biologiche e naturali. Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato in modalità casuale per ciascun candidato.

Segue la prova orale, per la quale il decreto non dice nulla, se non che sarà  valutata al massimo 100 punti e superata da coloro che conseguono il punteggio minimo di 70 punti.

Il testo del decreto entra subito in vigore, ma per diventare legge dovrà passare, come è noto, l’esame del Parlamento potrà essere cambiato. L’esame inizierà prima dalla Camera (dove si potrà modificare) e poi al Senato.

TESTO UFFICIALE [PDF]

Concorso a cattedra per materie scientifiche (STEM) al via: i posti diventano 6.129, ecco tabella, prova e programmi. Graduatorie entro fine luglio. Testo in Gazzetta Ufficiale

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur