Concorso docenti. Chiediamo annullamento per vizi di validità. Lettera

Stampa

La prova di un concorso pubblico,  in questo caso per selezionare docenti,  è finalizzata a verificare le competenze didattiche e metodologiche; per rispondere a questa finalità la prova deve possedere requisiti di validità deve essere significativa e dare la possibilità al candidato di elaborare la migliore risposta.

La prova di un concorso pubblico,  in questo caso per selezionare docenti,  è finalizzata a verificare le competenze didattiche e metodologiche; per rispondere a questa finalità la prova deve possedere requisiti di validità deve essere significativa e dare la possibilità al candidato di elaborare la migliore risposta.

La prova scritta di questo concorso,  richiede al docente, in poco meno di 18 minuti,  di leggere il testo della domanda,  spesso articolato e complesso,  analizzarlo e impostare una risposta che possa mettere in luce le proprie competenze. 

È inopinabile che la prova non può verificare le finalità per la quale è stata costruita.  Riteniamo che possano esserci tutti gli elementi per chiedere l'annullamento della prova per sostanziali ed evidenti vizi di validità.

Luciano Cicco

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur