Concorso docenti abilitati, precisazioni su procedura per classi di concorso con pochi candidati. Nota Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur con nota n. 0022134 dell’08 maggio 2018, inviata agli Uffici Scolastici regionali, fornisce alcuni chiarimenti sull’aggregazione territoriale delle procedure concorsuali con un numero esiguo di domande.

Com’è noto nella Gazzetta Ufficiale – Serie speciale, Concorsi ed esami del 13 aprile 2018, è stato pubblicato un avviso con allegati gli elenchi degli Uffici scolastici regionali, per i quali, a causa del numero esiguo di domande di partecipazione, presentate ai sensi dell’art. 4, commi 3 e 4 del DDG. n. 85 del 1° febbraio’2018, si è provveduto, ai sensi dell’art. 2, comma 2 del DDG n. 85, ad effettuare l’aggregazione territoriale. Ovviamente, tale aggregazione è stata effettuata in base alle domande Polis pervenute al Sidi entro la data prevista del 22 marzo 2018.

Nell’avviso si prevedeva, altresì, che le stesse modalità organizzative sarebbero state osservate per l’assegnazione- successiva alla data di pubblicazione dell’avviso in GU -di eventuali ricorrenti muniti di provvedimenti giudiziali favorevoli, che non avevano presentato domanda tramite polis e di cui quindi non poteva risultare la regione destinataria della domanda.

Adesso il Miur fornisce, al fine dell’individuazione dell’Ufficio scolastico aggregante e responsabile della procedura concorsuale, i criteri utilizzati per le aggregazioni territoriali di cui all’avviso del 13 aprile , cui gli Uffici scolastici regionali si atterranno.

Relativamente alle classi di concorso che nell’allegato 2 dell’avviso di cui sopra, che riportano, a livello nazionale, un solo Ufficio scolastico regionale responsabile della procedura, questo lo sarà anche per le regioni eventualmente non presenti nell’elenco delle “regioni destinatarie delle domande e oggetto di destinazione”.

Invece, relativamente alle classi di concorso per le quali siano presenti più regioni responsabili della procedura, i criteri utilizzati sono i seguenti.

Le regioni destinatarie delle domande di partecipazione sono state suddivise in tre aree territoriali e, pertanto, l’USR responsabile della procedura sarà quello indicato nell’allegato 2 appartenente alla
stessa area territoriale:

• “Nord” (Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna)
• “Centro” (Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Sardegna e Abruzzo)
• “Sud” (Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia)

Resta a carico di codesti Uffici scolastici regionali, anche nei confronti degli interessati, la pubblicizzazione della avvenuta assegnazione.

Concorso docenti abilitati: dalla prova orale alla graduatoria regionale, al FIT. Tutte le info

Versione stampabile
anief
soloformazione