Concorso docenti abilitati, il 20 settembre Consiglio di Stato deciderà se ammettere 7.000 laureati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Sono numerosi i comunicati che si susseguono in queste ore, in seguito ai decreti cautelari emessi dal Consiglio di Stato in questi ultimi giorni.

Si tratta dell’ammissione al concorso riservato ai docenti abilitati, indetto con DDG n. 85 del 1° febbraio 2018, di docenti in possesso solo della laurea e in qualche caso di servizio, anche inferiore alle tre annualità.

Il concorso è previsto solo per i docenti in possesso di abilitazione

Il primo dei concorsi previsti dal Decreto Legislativo n. 59/2017 è stato indetto con DDG n. 85 del 1° febbraio 2018 ed è in svolgimento, In alcune regioni le graduatorie di merito sono state costituite per alcune classi di concorso, in altre si procede a rilento soprattutto per lo stop imposto dalle commissioni in ferie. I docenti interessari potranno partecipare alle immissioni in ruolo dell’a.s. 2018/19 esclusivamente se, in caso di esaurimento delle graduatorie del concorso 2016, le graduatorie del concorso 2018 saranno pronte entro il 31 agosto.

Al concorso sono stati ammessi tramite la domanda di partecipazione su Istanze online solo i docenti in possesso di abilitazione. La domanda è stata presentata da circa 50.000 docenti Le tabelle a cui però sono da aggiungere tutti coloro che, pur non in possesso dell’abilitazione, hanno presentato domanda cartacea e hanno promosso ricorso al TAR. Alcuni di questi ricorsi erano stati bocciati proprio al TAR per poi essere riammessi dal Consiglio di Stato.

Alcuni docenti sono già stati ammessi ad inizio luglio e gli USR hanno calendarizzato la prova orale anche per loro, in attesa della sentenza definitiva.

Le cautelari di questi ultimi giorni non hanno, naturalmente esplicato il loro effetto. Secondo quanto riportato da Repubblica, si tratta di 7.000 ricorrrenti.

Ricorrenti entrano a pieno titolo nella graduatoria finale

Ricordiamo che, come già accaduto in occasione del concorso a cattedra 2016, in caso di esito positivo per i ricorrenti, l’inserimento nella graduatoria di merito finale è a pieno titolo, nella posizione che spetta in base al punteggio.

Concorso abilitati, Consiglio di Stato ammette docenti solo laureati ma con servizio

Versione stampabile
anief
soloformazione