Concorso docenti abilitati, chi non può svolgere la funzione di Presidente e Commissario. Le incompatibilità

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La procedura relativa al concorso docenti, riservato agli abilitati della scuola secondaria di primo e secondo grado, è stata ormai avviata con la presentazione delle istante dei candidati e degli aspiranti presidenti, commissari e membri aggregati delle Commissioni giudicatrici. 

Riapertura termini presentazione domande presidenti e componenti commissioni

Diversi Uffici Scolastici Regionali, visto l’esiguo numero di istanze presentate, hanno riaperto i termini di presentazione delle domande in qualità di Componente e Membro aggregato delle Commissioni giudicatrici.

Vedi ad esempio l’USR Calabria.

Incompatibilità

Ricordiamo in questa scheda le incompatibilità che non permettono la presentazione delle domande suddette, ossia le condizioni personali ostative all’incarico di componente della Commissione (Presidente, Commissario e Membro aggregato), che sono dettate dall’articolo 13 del DM n. 995/2017.

Sono condizioni ostative all’incarico di presidente, componente e componente aggregato delle Commissioni del concorso:

a) avere riportato condanne penali o avere in corso procedimenti penali per i quali sia stata formalmente iniziata l’azione penale;
b) avere in corso procedimenti disciplinari ai sensi delle norme disciplinari dei rispettivi ordinamenti;
c) essere incorsi nelle sanzioni disciplinari previste nei rispettivi ordinamenti;
d) essere stati collocati a riposo da piu’ di tre anni dalla data di pubblicazione del Bando e, se in quiescenza, aver superato il settantesimo anno d’eta’ alla medesima data.

I presidenti, i componenti e i componenti aggregati delle Commissioni del concorso, inoltre:

a) a partire da un anno antecedente alla data di indizione del concorso, non possono essere:

  • componenti dell’organo di direzione politica dell’amministrazione; ricoprire cariche politiche;
  • essere rappresentanti sindacali, anche presso le Rappresentanze sindacali unitarie;
  • essere designati dalle confederazioni ed organizzazioni sindacali o dalle associazioni professionali né esserlo stati nell’anno antecedente alla data di indizione del concorso;

b) non debbono essere parenti o affini entro il quarto grado con un concorrente;
c) non debbono svolgere, o aver svolto nell’anno antecedente alla data di indizione del concorso, attività o corsi di preparazione ai concorsi per il reclutamento dei docenti;
d) non debbono essere stati destituiti o licenziati dall’impiego
per motivi disciplinari, per ragioni di salute o per decadenza
dall’impiego comunque determinata.

Versione stampabile
anief
soloformazione