Concorso docenti, abilitati cancellati dalle graduatorie: quando, da quali, per quanto tempo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il concorso docenti riservato ai docenti in possesso di abilitazione e/o specializzazione sostegno è una procedura “al buio”.

Lo abbiamo messo in evidenza per la mancata pubblicazione, a pochi giorni dalla scadenza, da parte di alcuni Uffici Scolastici, della situazione aggiornata di GaE e GM nonostante la sollecitazione del Miur, lo ribadiamo per quanto riguarda la procedura di assunzione.

Intorno alla chiamata dalle graduatorie di merito regionali che si costituiranno con il concorso indetto con DG del 1° febbraio 2018 i docenti continuano a manifestare numerosi dubbi, che purtroppo difficilmente verranno chiariti prima della scadenza per la presentazione della domanda (22 marzo).

I DUBBI

Alcuni lettori chiedevano inoltre di conoscere con esattezza come si svolgerà la procedura di individuazione per il FIT, ossia se la cancellazione scatterà dal momento in cui si sceglie la provincia o c’è un margine di ripensamento se la scuola a cui si verrà assegnati non sarà di gradimento. Nè il decreto Legislativo n. 59/2017 né il bando di concorso sono in grado di rispondere a questi dubbi. Il Miur inoltre non ha chiarito neanche con le FAQ perché probabilmente le procedure devono essere chiarite con l’Ufficio legislativo e saranno chiare solo in estate, durante il periodo delle immissioni in ruolo (ergo al FIT).

Si presuppone invece che il docente cancellato dalle graduatorie in cui è iscritto, qualora non superi il FIT, potrà reinserirsi a domanda nella II fascia delle graduatorie di istituto, che ha aggiornamento triennale. Ma neanche questo è scritto.

Concorso docenti abilitati: resoconti nomine per scegliere regione migliore. Elenco in aggiornamento.

Lo speciale Concorso docenti abilitati: ecco il bando. Domande dal 20 febbraio al 22 marzo su Istanze on line, le istruzioni

Versione stampabile
anief
soloformazione