Concorso docenti abilitati. Anief: deve valere anche il servizio svolto su infanzia e primaria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anief – In base a quale motivazione il servizio svolto nella scuola dell’infanzia e primaria non può essere utile ad innalzare il punteggio delle graduatorie regionali che si andranno a determinare, al termine dei colloqui non selettivi (per la stampa specializzata in programma già nel mese di maggio), previsti dal concorso riservato ai docenti abilitati della scuola secondaria, indetto con DG il 1° febbraio 2018 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 14?

È quello che l’Anief chiederà al giudice, patrocinando gli inevitabili ricorsi che si produrranno per l’ennesima scelta errata prodotta da un Ministero dell’Istruzione sempre meno lungimirante.

Ecco, dunque, un’altra delle tante incongruenze contenute nel testo che regolamenta il concorso, aperto anche agli insegnanti di ruolo, le cui adesioni vanno raccolte fino alle ore 23.59 del prossimo 22 marzo, attraverso il sistema telematico ministeriale Istanze On Line: la non considerazione per un servizio svolto nella scuola pubblica, peraltro sino ad oggi sempre valutato in procedure concorsuali analoghe.

“Ogni giorno che passa – spiega Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – ci troviamo quasi imbarazzati a riscontrare errori e dimenticanze contenute nel bando di concorso riservato ai docenti abilitati. Non solo, si tratta di una tornata concorsuale che lo Stato poteva benissimo risparmiarsi, visto che si andrà a formare l’ennesima graduatoria di cui nessuno sentiva il bisogno. Adesso, scopriamo anche che le supplenze svolte in un livello scolastico inferiore equivalgono al nulla: è una decisione che non comprendiamo. Vorrà dire che anche stavolta il Miur lo spiegherà ai giudici e dovrà essere anche molto convincente, perché – conclude il sindacalista – ci sono una normativa europea e una Costituzione che parlano chiaro”.

Per tali motivi, il sindacato invita i candidati a dichiarare tale servizio durante la compilazione della domanda e a ricorrere al seguente link: adesioni entro il 22 marzo. Si ricorda che sono attivi anche i ricorsi per riconoscere il servizio prestato su posto di sostegno, per 180 giorni non continuativi, a tempo indeterminato anche su scuola paritaria. Inoltre, è possibile per gli esclusi chiedere la partecipazione alla procedura ricorrendo se ITP, ISEF, diplomati conservatorio, belle arti, danza, se abilitati dopo il 31 maggio 2017 o specializzandi su sostegno entro il 30 giugno 2018, se abilitati nell’infanzia o nella primaria: vai alla pagina con la descrizione di tutti i ricorsi e presenta la domanda anche cartacea entro il 22 marzo prossimo.

Per tutti coloro che necessitano di una preparazione accurata e completa al concorso riservato ai docenti abilitati, l’ente formativo Eurosofia, riconosciuto dal Miur, si impegna ad offrire un ausilio costante, con quote di iscrizione agevolate per chi si candida con Anief alle prossime elezioni Rsu: i corsi preparatori di Eurosofia, infatti, garantiscono l’opportunità di formarsi e di crescere professionalmente con metodologie all’avanguardia attraverso una programmazione strutturata e cadenzata delle attività. Per maggiori informazioni chiamare i numeri 091 7098311 – 357 oppure scrivere un’email all’indirizzo [email protected]

Versione stampabile
anief anief
soloformazione