Concorso docenti abilitati, Anief chiede al Miur proroga di una settimana a causa del blocco del sistema “istanze on line”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Anief – Si susseguono le segnalazioni di malfunzionamento del servizio Istanze on line, utilizzato dal Miur come piattaforma per la presentazione delle istanze da parte di docenti e Ata:

è stata sufficiente la concomitanza della domanda ATA di III fascia per la scelta delle scuole con la domanda di partecipazione al concorso docenti per abilitati – pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 14 del 16 febbraio scorso – per mandare in tilt il sistema, scrive la rivista Orizzonte Scuola, secondo cui “il sistema continua a restituire ai docenti che vogliono accedere alla domanda per il concorso la pagina del login, o se permette la compilazione poi non permette di salvare i dati. Dal numero delle segnalazioni ricevute impossibile pensare si tratti di problemi legati al singolo pc o browser utilizzato. Dal numero verde – ci riferiscono i docenti – al momento nessuna soluzione”.

Sempre la rivista specializzata, spiega perché molti docenti hanno scelto gli ultimi giorni per la compilazione della domanda: “A parte che il servizio, per definirsi tale, deve essere disponibile in maniera efficiente dal primo all’ultimo giorno in cui è messo a disposizione, e che l’ampio arco di tempo deve consentire a tutti di acquisire le dovute informazioni per compilare correttamente la domanda, il Ministero ha pubblicato le FAQ di spiegazioni (veramente necessarie dati i numerosi passaggi ambigui del bando) solo il 9 marzo, e quindi solo da quella data si è avuto il picco di accesso all’istanza”.

Alla luce di tali problematiche, relative al sistema “istanze on line”, Anief chiede ufficialmente al Miur la proroga di una settimana per la consegna delle candidature. Secondo il suo presidente nazionale, Marcello Pacifico, “quella della presentazione delle domande per accedere al concorso per abilitati che porterà al terzo anno di Fit e all’immissione in ruolo è una procedura che il Miur si poteva risparmiare, visto che si tratta di docenti già abilitati e specializzati. Ma, per come si sono messe le cose a seguito dell’approvazione della riforma, la Legge 107/2015, è diventato un passaggio obbligato fondamentale per essere assunti. Pertanto, siamo certi che il Ministero dell’Istruzione terrà conto delle lamentele dei diretti interessati e della nostra richiesta di slittamento della data di scadenza”.

Nel frattempo, dalla tabella di valutazione dei titoli del concorso 2018 per docenti abilitati, continuano ad emergere delle incongruità. Come la valutazione del servizio di insegnamento svolto su Insegnamento della Religione Cattolica: tale servizio, infatti, non viene ritenuto valido; invece per il sindacato va inserito come aspecifico. Per questo Anief ha predisposto un apposito ricorso al Tar del Lazio.

Gli interessati dovranno dichiarare nella domanda presente su Istanze On Line tutti i titoli e i servizi prestati per almeno 180 gg. continuativi fino al 22 marzo. Esclusivamente il servizio prestato su IRC dovrà essere dichiarato attraverso il modello cartaceo predisposto da ANIEF, che integra e non sostituisce la domanda presentata tramite Istanze on line (clicca qui per scaricarlo). Il modello cartaceo va inviato allo stesso ufficio scolastico della regione scelta per svolgere il concorso, per raccomandata a/r o Pec, entro e non oltre il 22 marzo 2018. Si raccomanda di conservarne copia unitamente alle ricevute di spedizione della raccomandata/PEC.

ALTRI RICORSI SUL CONCORSO RISERVATO AI DOCENTI ABILITATI

Anief ricorda che per lo stesso concorso riservato, contesta anche la decisione del Miur di non riconoscere il servizio prestato nell’infanzia e primaria, l’esclusione degli ITP, dei diplomati ISEF, delle Accademie di Belle Arti, dell’infanzia e primaria, oltre alla mancata valutazione dei servizi di ruolo, su sostegno o altra classe di concorso. Chiunque si ritrovi in questa condizione ed intende presentare ricorso è tenuto a presentare la domanda, dichiarare i servizi e ricorrere entro il prossimo 22 marzo.

Inoltre, dopo avere aperto il ricorso per chi non ha conseguito l’abilitazione entro la data consentita dal bando per la Specializzazione sul sostegno agli alunni disabili, il sindacato ha impugnato anche l’esclusione di chi conseguirà i titoli servizio (180 giorni annuali) dopo il 22 marzo e comunque entro il prossimo 30 giugno: nella fattispecie, il ricorso viene presentato al Tar del Lazio e risulta “avverso la tabella valutazione titoli del concorso 2018 per docenti abilitati per ottenere la valutazione fino al 30 giugno del servizio di insegnamento dell’a.s. 2017/18”.

Vai alla pagina con la descrizione di tutti i ricorsi e presenta la domanda anche cartacea.

PREPARAZIONE AL CONCORSO RISERVATO AI DOCENTI ABILITATI

Per coloro che necessitano di una preparazione accurata e completa al concorso riservato ai docenti abilitati, l’ente formativo Eurosofia, riconosciuto dal Miur, si impegna ad offrire un ausilio costante, con quote di iscrizione agevolate per i candidati Anief alle prossime elezioni Rsu: i corsi preparatori di Eurosofia, infatti, garantiscono l’opportunità di formarsi e di crescere professionalmente con metodologie all’avanguardia attraverso una programmazione strutturata e cadenzata delle attività. Per maggiori informazioni chiamare i numeri 091 7098311/357 oppure scrivere un’email all’indirizzo [email protected]

Versione stampabile
anief
soloformazione