Concorso docenti abilitati 2018: ingiusto non contare il servizio svolto nella scuola paritaria con contratto a tempo indeterminato. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Giuseppe Barbuto – Esattamente come 2 anni fa per il concorso 2016, molti di noi abilitati ci chiediamo come e se verrà valutato il servizio a tempo indeterminato nella scuola paritaria nel concorso 2018.

Già nel 2016 questo quesito fu sollevato dall’opinione pubblica e costrinse il miur ad emettere una faq che ammetteva questo tipo di servizio tra quelli validi per il punteggio, per poi smentirsi il giorno dopo con un errata corrige.

Quest’anno sono già stati aperti dei topic sul forum.

Anche se questa è solo una speranza di molti di noi, forse quest’anno le cose cambieranno, in virtù del fatto che, potendo partecipare anche i professori di ruolo, questi potrebbero voler inserire tra i titoli anche i loro anni svolti a tempo indeterminato e non solo quelli di preruolo.
In questa ottica anche gli anni di di servizio a tempo indeterminato in scuola paritaria potrebbero venire ammessi come validi.
Del resto mi sembra illogico che un professore di ruolo con 10 anni di servizio in ruolo e solo 2 anni di preruolo, debba dichiarare solo 2 anni di servizio.

Mando questa mail in modo da cercare di smuovere un po le acque per  far arrivare questo quesito, come già fatto 2 anni fa, a quante più associazioni possibili in modo da poter far esprimere anche questa volta il miur su questo spinoso problema.
Se anche quest’anno la risposta sarà negativa, non resterà altro che tentare un ricorso.

Grazie per l’attenzione.

Tutto sul concorso docenti

Versione stampabile
anief
soloformazione