Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorso docenti 2024, per alcune classi di concorso si passa alla valutazione dei titoli. Quanti punti valgono laurea, servizio e master

WhatsApp
Telegram

Valutazione titoli concorso docenti scuola secondaria di primo e secondo grado 2024: punti per laurea, servizio e master.

Concorso

Il decreto n. 59/2017 e ss.mm. ha delineato un nuovo sistema di formazione e reclutamento per l’accesso ai ruoli della scuola secondaria di primo e secondo grado, in base al quale si diventa docente a tempo indeterminato solo tramite concorso, cui si accede con l’abilitazione conseguita attraverso i nuovi percorsi abilitanti.

Il succitato medesimo decreto, al fine di traghettare dal vecchio al nuovo sistema di reclutamento, ha previsto una fase transitoria sino al 31 dicembre 2024, nell’ambito della quale si svolgono due concorsi (uno in atto e l’altro da bandire tra novembre e dicembre prossimi).

Alla procedura in corso di svolgimento stanno partecipando i docenti in possesso di uno dei seguenti requisiti:

  • abilitazione specifica;
  • laurea + tre anni di servizio, negli ultimi cinque, presso le scuole statali, di cui ameno uno prestato nella classe di concorso di partecipazione;
  • laurea + 24 CFU conseguiti entro il 31/10/2022;
  • diploma che dà accesso alla classe di concorso per gli ITP.

Al secondo dei due concorsi della fase transitoria potranno partecipare i docenti in possesso dei succitati requisiti, cui aggiungere coloro i quali conseguiranno 30 dei 60 CFU del previsto percorso abilitante (al riguardo ricordiamo che potrà partecipare al concorso non solo chi ha già conseguito i 30 CFU, ma anche chi è iscritto al percorso e non li ha ancora conseguiti; in tale ultimo caso la partecipazione è con riserva).

Dunque, durante la fase transitoria, partecipano al concorso anche coloro i quali sono privi di abilitazione che, se vincitori di concorso, saranno assunti dapprima a tempo determinato, conseguiranno l’abilitazione (durante l’a.s. svolto a tempo determinato) e poi saranno assunti in ruolo. I vincitori di concorso già abilitati, invece, saranno assunti direttamente a tempo indeterminato.

Articolazione concorso

Il concorso in atto DDG n. 2575/2023 come quello che sarà bandito il prossimo autunno, si articola in:

  • prova scritta (è superata con un punteggio minimo di almeno 70/100);
  • prova orale [è superata con un punteggio minimo di almeno 70/100; nei casi in cui si svolga anche la prova pratica, la commissione ha a disposizione 100 punti per il colloquio e 100 per la prova pratica, e il punteggio complessivo della prova è dato dalla media aritmetica delle rispettive valutazioni; la prova è superata dai candidati che conseguono un punteggio di almeno 70 punti (frutto della predetta media)];
  • valutazione titoli (sono attribuiti al massimo 50 punti).

Focalizziamo la nostra attenzione sulla valutazione dei titoli, in vista del quesito cui risponderemo di seguito.

Valutazione titoli

I titoli valutabili sono quelli indicati nell’allegato B al DM 205/2023 che disciplina la procedura concorsuale. In base al suddetto allegato, sono valutabili i seguenti titoli:

  • d’accesso;
  • culturali;
  • di servizio.

Quesito

Così chiede una nostra lettrice:

Vorrei sapere a quanti punti corrispondono per il concorso docenti i seguenti titoli di accesso:
Laurea vecchio ordinamento con voto 107, 3 anni di servizio continuativo sulla stessa classe di concorso (a022) un master di primo livello di 1500 ore e 60 CFU. In Lombardia. Grazie mille

Sebbene non lo specifichi e definisca titoli di accesso sia la laurea sia i 3 anni di servizio sia il master, presumiamo che la lettrice abbia avuto accesso al concorso con laurea + 3 anni di servizio.

Quanti punti vale la laurea

Ipotizziamo, comunque, i due possibili scenari: laurea quale titolo d’accesso e laurea quale titolo culturale.

Se la laurea in esame è un titolo culturale, ai fini della valutazione, la stessa deve essere ulteriore (ossia diversa) rispetto al titolo d’accesso all’abilitazione (se partecipa con l’abilitazione) o alla procedura concorsuale (se partecipa con la laurea + 24 CFU o 3 anni di servizio); in tal caso, sono attribuiti punti 7.50. 

Se la laurea in esame è titolo d’accesso (insieme ai 3 anni di servizio, come sembrerebbe dal quesito), è valutata in base al voto conseguito (da rapportare a 100), secondo quanto di seguito indicato:

  • se il voto è pari o inferiore a 75 punti, non è assegnato alcun punteggio;
  • se il voto è superiore a 75 ossia pari o superiore a 76/100, il punteggio da attribuire si calcola sottraendo 75 al voto di laurea e poi dividendo il risultato per due. Esempio: voto laurea rapportato a 100 pari a 85/100; (85-75):2= 10:2= 5 punti.

Quanti punti vale il servizio

Quanto alla valutazione del servizio, così leggiamo nella summenzionata tabella B:

Servizio di insegnamento prestato sullo specifico posto o sulla specifica classe di concorso per cui si concorre … 

Dunque, la lettrice avrà valutato il servizio solo se prestato sulla specifica classe di concorso o tipologia di posto per cui partecipa al concorso. Precisiamo al riguardo che il servizio su posto di sostegno è valutato solo nella specifica procedura concorsuale e sullo specifico grado, così come il servizio su posto comune non vale per la procedura sul sostegno. Chiarito ciò, se la lettrice ha prestato i tre anni di servizio sulla classe di concorso o tipologia di posto di partecipazione le sono attribuiti p. 2 per ciascun anno (quindi in totale 6 punti). Precisiamo che il servizio, anche se utilizzato quale titolo d’accesso insieme alla laurea, è valutato.

Il servizio utile può essere stato svolto

  • nelle scuole del sistema nazionale di istruzione nonché nell’ambito dei percorsi di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 76, relativi al sistema di istruzione e formazione professionale, purché, nel caso dei predetti percorsi, il relativo servizio sia stato svolto per la tipologia di posto o gli insegnamenti riconducibili alla specifica classe di concorso.
  • È altresì valutato il servizio prestato nelle forme di cui al comma 3 dell’articolo 1 del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 134, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 novembre 2009, n. 167, nonché di cui al comma 4-bis dell’articolo 5 del decreto-legge 12 settembre 2013, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2013, n. 128.

Quanti punti vale il master

Infine, per il master di primo livello di 1500 ore e 60 CFU, di cui la lettrice è in possesso, sono attribuiti punti 1,25 (s valutano al massimo 3 titoli).

Si possono valutare solo i titoli dichiarati nella domanda

E’ importante ribadire che nella fase concorsuale non è possibile aggiungere nuovi titoli, anche se in possesso prima della scadenza della domanda. Le commissioni possono prendere in considerazione solo quanto risulta dalla domanda, corredata dalle documentazioni prodotte nei tempi indicati.

Si veda

Vanno presentati i titoli per la graduatoria: quali e quando. Seguire le indicazioni degli USR [IMPORTANTE] –  Presentazione titolo per la riserva Servizio Civile Universale

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali).

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00