Concorso docenti 2024: nella prova orale la (o le) domanda sulla disciplina per cui si concorre. Una “interrogazione”?

WhatsApp
Telegram

Prova orale del concorso docenti. A preoccupare i candidati non solo la lezione simulata, con traccia da estrarre 24 ore prima, ma anche la novità introdotta dal bando sia per infanzia primaria che secondaria. Ci saranno infatti domande (una? due, tante?) disciplinari. Una domandina o una vera e propria interrogazione, con traccia estratta all’atto di svolgimento della prova stessa?

Come si strutturerà la prova orale e pratica?

A parlarne con i nostri utente Serena Morando che, nei pochi minuti che è possibile dedicare a un argomento così complesso nel corso del question time, ha comunque fornito una panoramica delle parti in cui si svolgerà il colloquio.

  • Lezione simulata con traccia estratta 24 ore prima
  • domanda (e) su disciplina
  • conversazione in lingua inglese livello B2

Ascolta la risposta di Serena Morando della segreteria nazionale Flc Cgil

39:27 Come è strutturata la prova orale e pratica?

Quanto tempo a disposizione per ogni parte del colloquio

Un punto fermo: la prova orale ha una durata di 30 minuti per infanzia e primaria, e di 45 minuti per la scuola secondaria, fermi restando eventuali tempi aggiuntivi richiesti dai candidati e gli ausili di cui all’articolo 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e all’articolo 5 del Decreto del Ministro per la Pubblica Amministrazione del 9 novembre 2021.

E la lezione simulata non potrà superare la metà della durata complessiva del colloquio.

Questo ci porta a capire quanto tempo/spazio rimane per le altre parti del colloquio.

Inoltre, bisogna attendere la pubblicazione della Griglia di valutazione della prova orale, per capire quale peso sarà assegnato da ogni parte del colloquio. A pesare inoltre non solo le conoscenze, ma anche la capacità di comunicare in modo chiaro, coerente, argomentato, adeguato alle richieste e con un linguaggio tecnico appropriato.

La domanda disciplinare

La o le? Non sappiamo. Certamente solo una traccia, una busta, un foglietto estratto all’inizio della prova stessa. Non abbiamo precedenti punti di riferimento perché nel concorso precedente la padronanza complessiva della disciplina era stata testata con la prova a risposta multipla.

Ma certamente la logica dell’interrogazione è poco consona al colloquio. Conoscenze e competenze devono andare di pari passo.

IN questo caso farà la differenza la singola commissione, la vastità del programma, la modalità con cui questo verrà richiesto nella domanda. Al momento non ci sono ulteriori indicazioni.

Vuoi preparare con noi la prova orale?

Prova orale concorso docenti: come affrontarla in maniera efficace. Con esempi – LIVE Info su iscrizioni e costi

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri