Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Concorso docenti 2023, ITP accedono ancora con il diploma [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

In arrivo il concorso docenti 2023. Fra i vari candidati interessati ci sono gli insegnanti tecnico-pratici (ITP), che durante la fase transitoria accederanno con dei requisiti, mentre al termine di questa dovranno possederne altri.

A chiarire il tutto Sonia Cannas, esperta di normativa scolastica, che ha risposto ad un quesito ad hoc durante il Question Time in diretta su OS TV del 30 novembre.

Per il concorso gli ITP possono partecipare solo con il titolo d’accesso, ovvero il diploma, durante la fase transitoria“, spiega l’esperta.

Dopo la fase transitoria – prosegue – sarà richiesta, per tutti, l’abilitazione oppure, oltre al titolo di accesso, 3 anni di servizio negli ultimi 5 anni, di cui 1 anno di servizio specifico“.

Abilitazione – conclude Cannas – che potrà conseguire con 36 CFU se già si hanno i 24 CFU“.

ASCOLTA LA RISPOSTA DI SONIA CANNAS AL MINUTO 45:01

TUTTE LE RISPOSTE

Primo concorso fase transitoria PNRR: cosa è previsto per gli ITP

Titolo di accesso per ITP (classi di concorso della tabella B): diploma secondaria II grado specifico oppure abilitazione all’insegnamento nella classe di concorso richiesta.

Per l’accesso al concorso non sono necessari i 3 anni di servizio, è sufficiente il diploma. Tre anni di servizio sono invece utili per entrare in graduatoria [VIDEO]

Non sono necessari i 24 CFU in discipline psicopedagogiche e metodologie didattiche di cui al dm 616/2017.

I posti a disposizione: ecco la distribuzione per classe di concorso. Questa è una prima bozza. Probabilmente i posti saranno incrementati con successivo provvedimento. Sarà possibile incrementare solo classi di concorso che presentano più di 3 posti.

Quando si presenta la domanda: tra qualche settimana il Ministero pubblicherà il bando sul Portale Unico del Reclutamento. Ci saranno 30 giorni di tempo.

Per quante regioni e classi di concorso si può partecipare: si può scegliere solo una regione tra quelle in cui sono previsti posti in tabella. Es. classe di concorso B013 è prevista solo in Lombardia e Sicilia, per cui si potrà scegliere solo una delle due regioni, non regioni che non hanno posti a disposizione.

Si può scegliere solo una classe di concorso (ITP può insegnare per classi di concorso della scuola secondaria di II grado) + eventualmente le due procedure di sostegno, se si è in possesso dei relativi titoli.

La prova scritta

Si svolgerà in modalità computer based  nella regione scelta per il concorso.

La prova è unica, sia se si partecipa solo per la classe di concorso, sia se si accede anche al sostegno.

Per i posti comuni, ci sono quaranta quesiti a scelta multipla volti a verificare le conoscenze e le competenze del candidato nei campi pedagogici, psicopedagogici e didattico-metodologici, distribuiti come segue:

  1. Dieci quesiti in ambito pedagogico.
  2. Dieci quesiti in ambito psicopedagogico, inclusi gli aspetti legati all’inclusione.
  3. Venti quesiti in ambito didattico-metodologico, inclusi gli aspetti relativi alla valutazione.

Concorso docenti, 6 lezioni LIVE per superare la prova scritta. Analizzeremo 400 test tra metodologia, pedagogia, informatica e inglese. ULTIMI 90 POSTI

Per i posti di sostegno, ci sono quaranta quesiti a scelta multipla che riguardano le metodologie didattiche da applicare alle diverse tipologie di disabilità, con l’obiettivo di valutare le conoscenze e le competenze dei candidati relativamente ai contenuti e alle procedure per l’inclusione degli alunni con disabilità nell’ambito scolastico.

Per i posti comuni e di sostegno, ci sono cinque quesiti a scelta multipla sulla conoscenza della lingua inglese al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue e cinque quesiti a scelta multipla sulle competenze digitali riguardanti l’uso didattico delle tecnologie e dei dispositivi elettronici multimediali più efficaci per migliorare la qualità dell’apprendimento.

Ogni quesito è composto da una domanda seguita da quattro possibili risposte, di cui solo una è corretta. I cinquanta quesiti vengono somministrati a ciascun candidato in ordine casuale. Non viene effettuata una previa pubblicazione dei quesiti.

La prova si supera con il punteggio minimo di 70/100. Il risultato è immediato, a conclusione della prova stessa.

La prova orale (e pratica)

I candidati che superano la prova scritta, accedono alla prova orale.

La prova orale per i posti di ITP è volta ad accertare le conoscenze e competenze sulla disciplina (ci saranno domande specifiche sugli argomenti della classe di concorso) nonché la capacità didattica efficace, anche con riferimento all’utilizzi dei dispositivi elettronici multimediali. A tal fine sarà richiesta una lezione simulata, con argomento estratto 24 ore prima.

Sarà valutata anche la capacità di comunicare in lingua inglese, livello B2.

Le domande disciplinari vengono preparate prima dell’inizio di ciascuna sessione di prove orali ed estratte prima da ciascun candidato prima della prova stessa.

La durata della lezione simulata non può essere superiore alla metà della durata complessiva della prova, che è di max 45 minuti.

Per le classi di concorso della tabella B è prevista la prova pratica, che sarà predisposta dalla Commissione.

N.B. Sia per la prova scritta che la prova orale sono previste specifiche indicazioni per i candidati che hanno necessità di ausili o tempi aggiuntivi.

Il risultato viene comunicato a ciascun candidato, al termine di ogni sessione di prova orale, attraverso il Portale Unico del reclutamento.

La graduatoria 

Il punteggio è dato dalla somma di prova scritta, prova orale + valutazione titoli (max 100 + 100 + 50).

E’ formativa esclusivamente dai candidati che si collocano nel numero dei posti banditi. E’ prevista però l’integrazione della graduatoria per la copertura dei posti vuoti per rinuncia, fino alla totale assegnazione dei posti a bando.

La riserva di posti del 30%

In ottemperanza al decreto-legge 73/2021, è stata introdotta una riserva di posti del 30 percento per ciascuna regione, classe di concorso e tipologia di posto, a favore di coloro che hanno svolto 3 anni di servizio, di cui uno specifico, anche non continuativi presso le scuole statali nei 10 anni precedenti. Ecco la novità

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

TFA SOSTEGNO IX CICLO 2024. Hai i requisiti per accedere? Inizia subito a prepararti con la metodologia vincente di Eurosofia