Concorso docenti 2023, attenzione a cosa si usa alla prova scritta: ci sono alcuni divieti

WhatsApp
Telegram

I bandi dei concorsi scuola 2023 per l’infanzia, primaria e secondaria sono stati pubblicati. Adesso chi vuole partecipare può inoltrare la domanda fino al 9 gennaio. Poi al via le prove, probabilmente nel mese di febbraio.

Le prove

I concorsi si articoleranno in una prova scrittauna prova orale (con eventuale prova pratica per le classi di concorso che la prevedono) e la valutazione dei titoli.

Come si svolge la prova scritta

I candidati saranno ammessi se avranno presentato istanza di partecipazione rispettando modalità, termini e requisiti del decreto.

La prova si svolgerà  nella regione di partecipazione al concorso e sarà computer based. Ogni candidato svolge un’unica prova scritta per tutte le classi di concorso e tipologie di posto per cui partecipa.

Ciascun quesito consiste in una domanda seguita da quattro risposte, delle quali solo una è esatta; l’ordine dei 50 quesiti è somministrato a ciascun candidato in modalità casuale. Non si dà luogo alla previa pubblicazione dei quesiti.

La prova avrà una durata di 100 minuti fermo restando tempi aggiuntivi e ausili previsti dalla normativa vigente.

50 quesiti

Ambito pedagogico, psicopedagogico e didattico-metodologico:

  • 10 quesiti di ambito pedagogico
  • 15 quesiti di ambito psicopedagogico (inclusione inclusa)
  • 15 quesiti di ambito metodologico didattico (valutazione inclusa)

Lingua inglese: 5 quesiti a risposta multipla, livello B2.

Competenze digitali: 5 quesiti sull’uso didattico delle tecnologie e dispositivi elettronici.

Cosa non è possibile portare durante la prova scritta

Il bando sottolinea che alla prova scritta ci sono oggetti o strumenti che non si possono portare.

In particolare, durante lo svolgimento della prova i candidati non possono introdurre nella sede di esame carta da scrivere, appunti, libri, dizionari, testi di legge, pubblicazioni, strumenti di calcolo, telefoni portatili e strumenti idonei alla memorizzazione o alla trasmissione di dati.

Inoltre è vietato ai candidati di comunicare tra loro verbalmente o per iscritto, ovvero di mettersi in relazione con altri, salvo che con gli incaricati della vigilanza e con i componenti della commissione giudicatrice.

In caso di violazione è disposta l’immediata esclusione dal concorso.

Quando potrà svolgersi la prova scritta?

Premessa: il Ministero non ha ancora detto nulla in proposito, per cui non abbiamo notizie ufficiali.

Alcuni lettori ci chiedono se la prova potrebbe svolgersi già a febbraio 2024.

Certamente sono da considerare alcuni aspetti:

  • il Ministero ha dato tempo fino al 15 dicembre per la presentazione delle candidature per manifestazione di interesse alla fornitura di quesiti della prova scritta
  • Ricevuto l’affidamento (non è detto che ciò avvenga il 16 dicembre) l’ente avrà 30 giorni di tempo per fornire il numero totale dei quesiti richiesti.

Quindi, ad andar bene i quesiti potrebbero essere pronti già per fine gennaio ma probabilmente si andrà anche oltre.

  • Il Ministero deve ancora pubblicare il Decreto per la costituzione delle commissioni

Si tratta di un decreto nuovo, diverso rispetto ai decreti precedenti. Il Decreto PA bis DECRETO-LEGGE 22 giugno 2023, n. 75

infatti introduce nuovi compensi per le commissioni e incentivi premiali per concludere i concorsi in tempi rapidi e in linea con i tempi di attuazione del PNRR.

La BOZZA di decreto, già presentata ai sindacati, prevede un compenso da 1.600 a 2.000 euro (lordi), più gettone. Ma lavori devono concludersi entro 120 giorni

  • Elenco sedi pubblicato dagli USR almeno 15 giorni prima della prova scritta

In base a quanto disposto nei due bandi “L’elenco delle sedi d’esame, con la loro esatta ubicazione e con l’indicazione della destinazione dei candidati è comunicato dagli USR presso i quali si svolgono le prove almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove stesse, tramite avviso pubblicato sul Portale Unico del reclutamento e nei rispettivi albi e siti internet”.

Pubblicato ail Bando per le secondarie, le domande dall’11 dicembre al 9 gennaio

Pubblicato il Bando per Infanzia e Primaria, le domande dall’11 dicembre al 9 gennaio

Le istruzioni per lo svolgimento della prova scritta

Il Ministero ha già emanato invece le Istruzioni operative per lo svolgimento della prova scritta

VIDEO TUTORIAL MINISTERO

Vuoi prepararti con noi? 

La nostra offerta formativa

Le risposte ai quesiti

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali)

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri