Concorso docenti 2016, richiesta modifica data prova pratica: non è possibile. E per la prova orale?

di redazione
ipsef

Il concorso a cattedra 2016 prosegue il suo iter con lo svolgimento delle prove pratiche, degli orali e con alcuni USR che hanno già pubblicato i nominativi dei candidati che hanno superato la prova orale. 

Il concorso a cattedra 2016 prosegue il suo iter con lo svolgimento delle prove pratiche, degli orali e con alcuni USR che hanno già pubblicato i nominativi dei candidati che hanno superato la prova orale. 

Giungono in redazione richieste di chiarimento, relativamente alla possibilità di rinviare la prova pratica e la prova orale, per svolgerle in sessione suppletiva.

La prova pratica, com'è noto, è prevista per alcune classi di concorso della scuola secondaria di I e II grado e per tutte le classi di concorso della Tabella B allegata al DPR n.19/2016. Riguardo a tale prova, i bandi di concorso n. 105/16, n. 106/16 e n. 107/16, predispongono ai rispettivi articoli 7 che :

Perde il diritto a sostenere la prova il concorrente che non si presenta nel giorno, luogo e ora stabiliti.

Pertanto, non è possibile richiedere una prova suppletiva per lo svolgimento della prova pratica, per cui i candidati, che abbiano tale necessità, non possono fare altro che spostare eventuali altri impegni, considerato che la comunicazione delle date di svolgimento di detta prova avviene 15 giorni prima dello svolgimento della stessa.

Quanto sopra illustrato è confermato anche da un avviso dell'USR Puglia. 

Per quanto riguarda la prova orale, i bandi non riportano alcuna predisposizione in merito alla possibilità che il candidato si assenti alla prova e sembrano quasi lasciare una certa discrezionalità a UU.SS.RR. e commissioni.

Tale presunta discrezionalità potrebbe derivare dai tempi e dalle caratteristiche di svolgimento della prova medesima, che non prevede una data unica e tracce uniche per tutti i candidati ma un calendario articolato in più giorni e tracce da sorteggiare per ciascuno candidato, per cui di fronte ad una richiesta di modifica della data d'esame UU.SS.RR. e commissioni potrebbero decidere di spostare la prova, posto che ritengano valide le ragioni addotte.

Quanto appena detto sulla possibilità di spostamento della prova orale, ribadiamo, non è indicato nei bandi tuttavia potrebbe essere accordato da chi di competenza, considerato che non è nemmeno previsto, come per la prova pratica, la perdita del diritto a sostenere la prova.

Nel caso in cui i candidati abbiano l'esigenza di spostare la data della prova orale, consigliamo di chiederlo non appena ricevuta la comunicazione della data medesima, in modo da avere il tempo necessario per organizzarsi nel caso in cui l'USR competente e/o la commissione dia risposta negativa.

Tutto sul concorso

Versione stampabile
anief anief
voglioinsegnare