Concorso docenti 2016: errori nella GM Campania per mancata o errata valutazione titoli. Al Liceo Sbordone interviene la polizia

Stampa

Continua senza tregua la protesta dei docenti esclusi dalle graduatorie di merito del Concorso 2016 in seguito al mancato riconoscimento dei titoli.

Le prime pubblicazioni da parte dell’Ufficio Scolastico regionale della Campania delle graduatorie di merito dove sono stati riportati i vincitori del concorso per ogni classe, hanno creato non pochi problemi.

Il Prof. Massimiliano Finamore Giornalista Professionista e Dir. Resp Tg News Tv ci comunica che l’Ufficio diretto da Luisa  Franzese è stato letteralmente preso d’assalto da docenti che sono stati esclusi dalla graduatoria. Diversi i casi registrati in cui si è dovuto ricorrere alle forze dell’ordine per consentire il deposito del ricorso nei 5 giorni previsti dall’autotutela, per la mancata attribuzione di titoli di servizio e culturali.

La struttura scolastica regionale ha replicato nei 5 giorni previsti dal regime di autotutela con una serie di errata correge  incompleti.

Al Liceo Sbordone di Napoli alcuni docenti che volevano depositare il ricorso pe  l’erronea attribuzione dei titoli culturali entro i 5 giorni previsti, sono stati costretti a chiamare le forze dell’ordine. Su posto sono accorsi gli agenti di polizia che con professionalità e senso del dovere hanno evitato che venisse commesso un abuso d’ufficio, consentendo ai docenti il deposito del ricorso.

Per alcune classi di concorso presso altre scuole della Campania, è bastata una sola correzione delle graduatorie di merito per ripristinare i giusti equilibri in campo. Per altri docenti si è dovuto ricorrere ad una seconda correzione, in altri casi, invece, non sono stati ripristinati i punti impropriamente ed ingiustamente sottratti ai docenti. Su quest’ultimo punto – afferma il Prof. e Giornalista Massimiliano Finamore – sono scattate una serie di denunce alle autorità competenti  da parte dei docenti.

Diversi i ricorsi collettivi – prosegue il professore – che sono stati inoltrati al TAR Lazio e molte anche le denunce alla procura della repubblica da parte di docenti che si sono sentiti danneggiati.

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese