Concorso docenti 2016: 561 procedure concluse su 620. Vincitori prove suppletive in coda a GM o a pettine?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nella serata di ieri, abbiamo riferito dell’interrogazione parlamentare presentata dalla deputata Maria Coscia, con la quale si è chiesto al Governo informazioni dettagliate sullo stato del concorso a cattedra 2016, sulle prove suppletive e sull’incidenza di dette prove sulla composizione delle graduatorie di merito.

Concorso 2016, interrogazione sullo stato dettagliato delle procedure. Ripercussioni prove suppletive su GM

La risposta del Governo è stata definita “esaustiva” dalla stessa Coscia, come testimoniano i dati forniti sulla procedura concorsuale.

Il Governo ha comunicato che sono già concluse 561 procedure su 620 (36 per la scuola dell’infanzia e primaria; 535 per la scuola secondaria di primo e secondo grado; 49  per il sostegno); per le restanti, si prevede che vengano portate a compimento entro i prossimi mesi di giugno/luglio.

Quante alle prove suppletive: “Le prove suppletive sono state programmate in due fasi: dal 3 al 20 aprile 2017 e dal 9 al prossimo 22 maggio e hanno interessato la quasi totalità delle classi di concorso: 104 rispetto alle 115 delle prove ordinarie. Conseguentemente, rispetto alle 620 procedure concorsuali attivate lo scorso anno, si stanno tenendo le prove suppletive di 434 procedure  (pari al 70 per cento).”

Nella risposta del Governo,  alquanto dettagliata nei numeri, non si fa menzione di un aspetto di fondamentale importanza, che potrebbe cambiare le sorti del concorso medesimo o meglio dei vincitori/idonei: dove saranno inseriti i vincitori/idonei delle prove suppletive? Saranno inseriti in coda alle graduatorie di merito costituite dai vincitori della sessione ordinaria oppure saranno inseriti a pettine?

Attendiamo ancora che il Miur fornisca appositi chiarimenti.

Testo risposta Governo

Versione stampabile
anief anief voglioinsegnare