Concorso dirigenti, sì Governo ad accorciare percorso. I dettagli

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al Decreto semplificazione che contiene norme che riguardano la scuola ed il concorso a dirigente scolastico.

Decreti legislativi di semplificazione

Secondo quanto riporta l’ANSA, il disegno di legge prevede un’ampia delega al Governo, con l’obiettivo complessivo di migliorare la qualità e l’efficienza dell’azione amministrativa, garantire la certezza dei rapporti giuridici e la chiarezza del diritto, assicurare i diritti fondamentali delle persone con disabilità, ridurre gli oneri regolatori gravanti su cittadini e imprese e accrescere la competitività del Paese.

In base a tale delega, il Governo dovrà adottare diversi decreti legislativi di semplificazione, riassetto normativo e codificazione, agendo per settori omogenei o per specifiche attività o gruppi di attività, con l’obiettivo semplificare e coordinare sotto il profilo formale e sostanziale il testo delle disposizioni legislative vigenti.

Stop corso selettivo concorso dirigenti

Tra le misure in considerazione quelle relative al concorso a dirigente scolastico.

Secondo quanto leggiamo all’articolo 24 del decreto semplificazione, i candidati ammessi al concorso bandito nel 2017, saranno dichiarati vincitori e assunti senza affrontare il corso selettivo e affronteranno un periodo di formazione e prova di un anno, come disciplinato dall’articolo 29 del decreto 30 marzo 2001, n. 165.

Salta, dunque, la formazione prevista presso le Università. Il corso sarà inglobato nell’anno di prova.

Più vincitori

Inoltre, secondo quanto riporta la relazione tecnica, le assunzioni, in questo modo avverranno nel 2019. Non sarà, scrivono, una anticipazione dei tempi che causerebbe una conseguenza negativa sulle finanze.

La norma comporta anche l’incremento nel numero dei soggetti dichiarati vincitori. Infatti la norma previgente disponeva che al corso di formazione fosse ammesso il 20% di candidati in più rispetto ai posti disponibili. Si tratta di candidati che, se le modifiche saranno accolte, diventeranno, di fatto, vincitori.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti