Concorso Dirigenti Scolastici, TAR: non si annulla. Giusto spostare prova in Sardegna

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Altro tassello del concorso Dirigenti Scolastici: il TAR del Lazio si è pronunciato sulla richiesta di annullamento da parte di alcuni docenti. 

Ricordiamo che la prova scritta del concorso Dirigenti Scolastici si è svolta in unica data su tutto il territorio nazionale il 18 ottobre ma all’ultimo minuto spostata solo ed esclusivamente per la Regione Sardegna a causa di avverse condizioni atmosferiche. La prova si è poi svolta solo in Sardegna il 13 dicembre

Secondo il TAR lo spostamento della prova, solo per la regione Sardegna, rientra in quei casi eccezionali previsti. Nè sarebbe stato ragionevole disporre lo slittamento della prova – con tutto quello che avrebbe comportato – per le altre ragioni.

In questi giorni inoltre il Miur ha inviato agli Uffici Scolastici una nota con la quale comunica l’esito favorevole del ricorso dei ricorrenti inseriti in graduatoria finale con riserva. In considerazione della cautelare ottenuta al Consiglio di Stato, i docenti inseriti con riserva – che rientrano nel numero dei dirigenti scolastici da assumere per l’a.s. 2019/20 e per i quali era stato accantonato il posto – possono essere assunti, sempre con clausola di riserva.

Bisognerà invece attendere il 22 marzo 2020 per conoscere la decisione finale del Consiglio di Stato rispetto all’annullamento disposto dal TAR il 2 luglio 2019.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione