Concorso dirigenti scolastici: spese a carico dei candidati, ma per corso-concorso rispettare impegni didattici

Stampa

Due le novità contenute nella Legge di stabilità 2016 che riguardano il concorso a dirigente scolastico.

Due le novità contenute nella Legge di stabilità 2016 che riguardano il concorso a dirigente scolastico.

La prima riguarda il fatto che il corso-concorso seguente le procedure selettive (prova preselettiva, scritto ed orale) venga gestito dal Ministero e non dalla SNA e il fatto che l'avvio sarà con Decreto del MIUR e non più con DPCM. Il che velocizzerà le procedure.

Ad ogni modo, anche se il corso sarà gestito dal Ministro, saranno ancora valide le indicazioni previste dall’art. 17 del Dl 104/13, secondo le quali sarà previsto  il  pagamento  di  un contributo, da parte dei candidati,  per  le  spese  della  procedura concorsuale (che secondo le bozze circolanti nei mesi scorsi si aggirerà intorno ai 20 euro). Inoltre, il corso-concorso che sarà organizzato dal MIUR dovrà essere svolto  in  giorni  e  orari  e  con  metodi didattici compatibili con l'attività didattica dei partecipanti e con eventuale riduzione del carico  didattico.
Le spese di viaggio, eventuali, restano a carico dei partecipanti.

Un concorso atteso ormai da tempo e che è stato evocato da più parti, dato che i posti vacanti e dati a reggenza quest'anno sono quasi 1.200 quest’anno. Numero che potrebbe superare i 2mila nei prossimi anni.

Tutto sul concorso DS

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur