Concorso dirigenti 2017: errore nel calcolo dei titoli, graduatoria va rifatta

Stampa

Il ricorrente aveva partecipato al concorso per dirigenti scolastici, assistito e difeso dall’Avvocato Domenico Naso e dall’avv. Francesca Virga dello Studio Legale Naso & Partners, adiva il TAR del Lazio in quanto, all’esito del superamento delle prove concorsuali, veniva inserito nella graduatoria finale di cui al D.D. n. 1229 del 07.08.2019 – di rettifica della precedente di cui al D.D. n. 1205 del 01.08.2019 – in una posizione non corrispondente a quella effettivamente spettante in base ai titoli posseduti e dichiarati.

Il Ministero dell’Istruzione, nonostante le varie sollecitazioni e richieste di chiarimenti formulate dal TAR in relazione alla omessa valutazione dei predetti titoli, non ha mai fornito chiarimenti e, pertanto, non ha motivato il mancato riconoscimento del punteggio legittimamente spettante al ricorrente.

Il TAR Lazio ha accolto, pertanto, il ricorso per difetto di motivazione annullando la graduatoria finale del concorso per Dirigenti Scolastici, con obbligo per l’Amministrazione di provvedere alla rivalutazione dei titoli vantati dal ricorrente e alla nuova formulazione della graduatoria finale dei vincitori del concorso.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur