Concorso dirigenti scolastici, prova preselettiva: cosa fanno i candidati. I divieti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Gli aspiranti dirigenti scolastici svolgeranno la prevista prova preselettiva il 23 luglio p.v.

Prova preselettiva concorso dirigente scolastico, confermato il 23 luglio. Bussetti ai docenti “studiate di pomeriggio”. La batteria dei test

Vediamo in questa scheda cosa fanno e cosa non possono fare i candidati il giorno della prova.

Sedi

I candidati conosceranno l’elenco delle sedi  della prova con la loro esatta ubicazione e l’indicazione della propria destinazione, nella regione di residenza, il 6 luglio 2018 tramite avviso sul sito del Miur.

Il 5 di luglio, il predetto elenco sarà pubblicato sui siti regionali.

Identificazione

Il candidato, giunto nelle sede di svolgimento della prova, viene identificato. A tal fine, presenta:

  • un documento di riconoscimento in corso di validità;
  • il codice fiscale;
  • la copia della ricevuta del versamento dei diritti di segreteria.

Dopo l’identificazione, i candidati firmano il registro d’aula cartaceo.

Prima della prova

Prima che la prova inizi, il candidato:

  • estrae dall’apposita urna un codice personale anonimo (il codice sarà associato alla prova del candidato e riportato all’interno della prova stessa salvandolo con essa all’interno del file criptato. Questo file che custodisce la prova del candidato ed il codice personale anonimo, non conterrà invece alcuna informazione relativa all’identità del candidato. L’associazione tra l’identità del candidato e la prova avverrà solo nel momento successivo dell’inserimento del codice fiscale del candidato, ovvero solo dopo che è già avvenuta la correzione e mostrato il punteggio conseguito);
  • si accomoda in postazione e inserisce il codice personale anonimo per sbloccarla;
  • sbloccata la postazione, mette nome, cognome e firma nel codice personale e poi lo restituisce all’incaricato della raccolta;
  • inserisce  la “parola chiave di accesso/inizio della prova”, comunicata dal responsabile tecnico d’aula, quindi accede alle istruzioni e poi alla prova.

Il responsabile d’aula, inoltre, sorteggia due candidati che assisteranno, al termine della prova, alle procedure di caricamento e salvataggio delle prove sulla chiavetta USB, nonché all’invio delle stesse alla piattaforma Cineca.

Dopo la prova

Terminata la prova, il candidato:

  • non lascia il proprio posto e attende lo sblocco della postazione da parte del responsabile tecnico d’aula per visualizzare il punteggio ottenuto a seguito della correzione eseguita dall’applicazione;
  • inserisce il proprio codice fiscale nell’apposito modulo presentato dall’applicazione;
  • controfirma il registro cartaceo d’aula per attestare l’uscita.

Divieti

I candidati non possono introdurre in aula:

  • cellulari, palmari, smartphone, smartwatch, tablet, fotocamere, videocamere e ogni strumento idoneo alla memorizzazione di informazioni o alla trasmissione di dati;
  • pen-drive, manuali, testi, appunti di qualsiasi natura che devono essere lasciati fuori dall’aula;
  • supporti cartacei per lo svolgimento delle prove.

Coloro i quali non rispettano i succitati divieti, vengono esclusi dal concorso.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione