Concorso Dirigenti Scolastici: petizione per regionalizzazione assunzione non è richiesta da tutti i vincitori

Concorso Dirigenti Scolastici: ieri abbiamo pubblicato la petizione lanciata da alcuni dei vincitori, per richiedere una modifica alle modalità assunzione. 

Le  assunzioni avverranno su base nazionale e, come leggiamo nel bando di concorso, si seguirà la procedura di seguito riportata:
  • i vincitori esprimono le preferenze;
  • segue l’assegnazione ai ruoli regionali sulla base dell’ordine di graduatoria e delle preferenze espresse dai vincitori stessi all’atto dello scorrimento della graduatoria, nel limite dei posti vacanti e disponibili ciascun anno e in ciascun USR

Nella petizione si chiede

  • Dare la possibilità, a ciascun candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito, di indicare, ai fini della nomina, una o più regioni in ordine di preferenza;
  • al termine di tali operazioni saranno costituiti degli elenchi regionali degli aspiranti, ordinati in base al punteggio finale di merito conseguito da ciascun candidato che abbia espresso una preferenza per tale Regione.

Petizione non è richiesta da tutti i vincitori

Si tratta di una richiesta, quella avanzata con la petizione, che non trova d’accordo altri docenti presenti nell’elenco dei docenti che hanno superato le prove del concorso.

Pubblichiamo quindi un punto di vista, rappresentativo dei docenti che non si rispecchiano nelle motivazioni e nelle richieste portate avanti dalla petizione.

“Sandro Sodini –   Mi preme sottolineare con la presente quanto poco rappresentativa sia la petizione lanciata ieri da un gruppo di idonei, circa 150, in relazione alla possibile mobilità nazionale personale a seguito delle prossime assunzioni.

Si chiedono interventi mirati di fatto a regolamentare in modo del tutto non previsto il meccanismo nazionale relativo alla scelta delle regioni in cui si intende lavorare, oltre la propria di appartenenza.

Si tratta, come ben noto, di un concorso nazionale teso a coprire le reggenze e a sanare una dimensione difficoltosa soprattutto nel nord Italia. Cosa, Inter alia, emersa nella sospensiva recentemente emessa dal CdS.

Non entro volutamente nel merito di una polemica che trovo sterile (perché essere contrari o a favore) e neppure elenco i motivi per i quali la stragrande maggioranza dei vincitori si dissocia.

E non lo faccio perché l’ovvieta’ delle motivazioni renderebbe il mio disappunto una disputa da teologhi medioevali. E indubbiamente poco interessante.

Sono volutamente semplice perché semplice è il mio obiettivo: non c’è alcun supporto maggioritario a quanto “lanciato” da un gruppo, piccolo, di colleghi.

Ringrazio per la disponibilità “
Oggi incontro al Miur
Ricordiamo che oggi al Miur è previsto un incontro con i sindacati in cui  saranno comunicate le modalità di svolgimento delle assunzioni dal 1° settembre 2019.La richiesta di assunzioni è già stata formalizzata al MEF per circa 1.980 posti, a cui si aggiungeranno altre poche decine di posti relative al contenzioso in Sicilia e alla graduatoria del concorso 2011 in Campania.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!