Concorso dirigenti scolastici, il Ministero autorizza all’ostensione delle prove scritte. Sasso: “Doveroso atto di trasparenza”

Stampa

“Nella giornata di oggi il ministero dell’Istruzione ha finalmente provveduto all’ostensione delle prove scritte relative al concorso per dirigenti scolastici del 2017, ottemperando così dopo gravissimi ritardi a quanto prescritto da svariate sentenze della magistratura”.

Così Rossano Sasso, sottosegretario del ministero dell’Istruzione.

“Si tratta di un doveroso atto di trasparenza, che troppo a lungo era stato negato e che aveva alimentato dubbi e sospetti relativamente a una vicenda dai contorni assai opachi. Tra i vincitori di quella procedura concorsuale ci fu anche l’ex ministro Azzolina, che nel corso del suo mandato si era sempre opposta all’accesso agli atti da parte dei ricorrenti”.

E poi: “La lunga battaglia di oltre 3.000 aspiranti dirigenti, che avevano denunciato irregolarità nella valutazione degli elaborati, è dunque approdata al risultato sperato. La trasparenza è evidentemente tornata di moda da quando la Lega è entrata a far parte del Governo: chi non ha nulla da temere non ha nemmeno niente da nascondere. Quello di oggi è un primo passo fondamentale per ricostituire un legame di fiducia con quei cittadini che si sono sentiti defraudati e per fare definitiva chiarezza su quel concorso”.

Stampa

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”