Concorso dirigenti scolastici, docenti diffidano il Ministero per l’avvio della nuova procedura

Stampa

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di un gruppo di docenti catanesi che hanno diffidato il Ministero per l’avvio delle procedure relative al nuovo concorso a dirigente scolastico.

“Nella diffida al Miur, infatti, l’Avv. Salvatore Mazza, difensore dei docenti catanesi, rileva: “Come è noto al Ministero, il Consiglio di Stato, Sezione Sesta, con Ordinanza collegiale n. 3008/2017, peraltro già notificata al Ministero e all’Avvocatura Generale dello Stato, ha sollevato, dopo averle ritenute rilevanti e non manifestatamente infondate, in via principale questioni di legittimità costituzionale dell’art. 1, commi da 87 a 90 della legge 13 luglio 2015, n. 107 per violazione di molteplici parametri di costituzionalità, chiarendo che a seguito della declaratoria di incostituzionalità non soltanto verrebbero annullate le norme di legge sopra indicate, ma  verrebbe anche travolto il D.M. n. 499/2015 impugnato avanti il giudice amministrativo.”

Aggiunge l’Avv. Mazza: “Il Consiglio di Stato ha, altresì, sollevato in via subordinata questione di legittimità costituzionale per violazione dei parametri di ragionevolezza e di parità di trattamento  delle norme nella parte in cui esse non hanno previsto che alla predetta procedura concorsuale speciale (partecipazione a un corso intensivo di formazione e successiva prova scritta finale da svolgere sui temi trattati durante il corso intensivo di formazione) possano partecipare soltanto i soggetti titolari di ricorso pendente avverso al Concorso siciliano per d.s. del 2004 e del 2006 e non coloro i quali, come i miei assistiti, sono titolari di un giudizio ancora pendente al momento dell’entrata in vigore della legge n. 107/2015, ma avente ad oggetto la legittimità della procedura concorsuale per l’assunzione dei dirigenti scolastici bandita nel 2011.”

Al riguardo, precisa l’Avv. Salvatore Mazza: “Non v’è chi non vede, infatti, che nel caso molto probabile dell’accoglimento della questione di legittimità sollevata in via subordinata di recente dal CDS, i suoi esiti travolgerebbero, comunque, l’attività amministrativa espletata in esecuzione del D.M. n. 499/2015, complicando ulteriormente il già confuso quadro dell’organizzazione scolastica in Sicilia.

Pertanto, di tale complessa controversia dovrà tempestivamente farsi carico l’Amministrazione scolastica che, a tutela dell’interesse pubblico, al momento dovrebbe evitare di adottare ulteriori atti i quali sarebbero anch’essi esposti all’intervento demolitorio ad opera della giurisprudenza.”

“Si allude -conclude l’Avv. Salvatore Mazza- al preannunciato bando di concorso per la copertura di posti di dirigente scolastico che, a tutela dei miei assistiti, impugnerei subito chiedendone una sospensiva, nelle more che in Sicilia l’Amministrazione faccia finalmente chiarezza sulla loro situazione.”

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur