Concorso per dirigenti scolastici: Commissioni incomplete o da nominare

di Lalla
ipsef

Gennaro Capodanno* – Con avviso prot. 25604, datato 30 settembre 2011, il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale del Lazio, preso atto delle rassegnate dimissioni del Presidente nominato appena sette giorni prima, ha deciso di riaprire i termini per l’iscrizione nell’elenco degli aspiranti alla nomina di presidente nella commissione esaminatrice del concorso per dirigenti scolastici.

Gennaro Capodanno* – Con avviso prot. 25604, datato 30 settembre 2011, il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale del Lazio, preso atto delle rassegnate dimissioni del Presidente nominato appena sette giorni prima, ha deciso di riaprire i termini per l’iscrizione nell’elenco degli aspiranti alla nomina di presidente nella commissione esaminatrice del concorso per dirigenti scolastici.

Ciò si legge nell’avviso "al fine di assicurare una opzione da parte della scrivente, fondata su una pluralità di cunicola, allo stato attuale non garantita, in quanto, nell’elenco degli aspiranti alla nomina a Presidente sono presenti solo due candidati ". I termini stabiliti per la presentazione delle nuove candidature sono fissati nel suddetto avviso al 7 ottobre del 2011, dopo di che si procederà alla nomina del nuovo presidente.

Una vicenda emblematica che si aggiunge alle altre che stanno caratterizzando la fase di partenza di questo concorso, come la fuga di notizie sulla batteria di test, sulla quale stanno indagando gli organi inquirenti. A nove
giorni dalla data fissata per la prova selettiva, confermata per il 12 ottobre prossimo, ancora tanti gli adempimenti preliminari da assolvere, quali la pubblicazione dei quesiti che contengono errori o imprecisioni, che non entreranno nel sorteggio dei 100 previsti dalla prova, cosa che in base ad un comunicato diramato dall’ufficio stampa del Ministero avverrà il 5 ottobre prossimo, sette giorni prima della prova, e la pubblicazione delle nomine delle commissioni esaminatrici in diverse regioni, oltre al completamento di quella del Lazio.

E’ davvero incomprensibile il fatto che per un concorso il cui bando è stato pubblicato sulla GU il 15 luglio scorso, vale a dire oltre due mesi e mezzo or sono, si debbano rimarcare siffatti ritardi in adempimenti amministrativi fondamentali per l’espletamento dello stesso.

*Fondatore del gruppo Concorso per dirigente tecnico e per dirigente scolastico

Versione stampabile
anief
soloformazione