Concorso dirigenti scolastici, cambio regole: posti riservati, punteggi aggiuntivi

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Arriva l’emendamento unico al decreto semplificazione che apporta una serie di modifiche al mondo della scuola, tra cui anche il concorso a dirigente scolastico.

Addio corso-concorso

Non sarà più nella formula del corso-concorso, infatti la formazione dei dirigenti avverrà durante il periodo di prova, abbreviando il percorso. Una modifica che, leggiamo dall’emendamento, sarà valida sia per l’attuale concorso in itinere che per i futuri.

50% posti riservati

Inoltre, l’emendamento prevede che il 50% dei posti messia a bando venga riservato a quanti hanno vinto un concorso per posti di dirigente, anche se questi vengono annullati.

Riserva per funzione dirigente

L’emendamento prevede, inoltre, che chi ha svolto almeno due anni le funzioni di dirigente abbia un punteggio aggiuntivo e accesso alla prova scritta e orale senza affrontare l’eventuale prova preselettiva.

Gli ultimi due emendamenti andranno a modificare i prossimi concorsi. Ricordiamo che si tratta di un emendamento che potrà essere oggetto di modifiche.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione