Concorso dirigenti scolastici, bando in Gazzetta: quali requisiti per partecipare?

di Nino Sabella
ipsef

item-thumbnail

Posso partecipare al corso-concorso per diventare dirigente scolastico? Quali requisiti sono necessari? Si deve essere di ruolo? Quanti anni di insegnamento sono richiesti? Il servizio prestato con contratto a tempo determinato è valido ai fini del requisito dei 5 anni di insegnamento? E il servizio svolto presso le scuole paritarie?

Rispondiamo ai succitati quesiti, ricordando in premessa i termini di presentazione delle domande, il numero dei posti banditi, l’organizzazione e l’articolazione della procedura concorsuale.

PREMESSA

I posti messi a bando sono 2416, cui bisogna aggiungerne 9 destinati alle scuole di lingua slovena e di lingua slovena-italiana del Friuli Venezia – Giulia.

Il corso-concorso è nazionale ma organizzato su base regionale e si articola in tre fasi:

1) eventuale prova pre-selettiva;

2) concorso di ammissione al corso di formazione dirigenziale;

3) corso di formazione dirigenziale e tirocinio.

Le domande di partecipazione vanno presentate dal 29 novembre al 29 dicembre 2017, tramite “Istanze Online”.

REQUISITI PARTECIPAZIONE

I requisiti richiesti al personale docente ed educativo per la partecipazione al corso-concorso sono i seguenti:

  • essere assunti a tempo indeterminato;
  • aver ottenuto la conferma in ruolo (cioè aver superato l’anno di prova);
  • essere in possesso di diploma di laurea magistrale, specialistica o laurea conseguita in base al previgente ordinamento, di diploma accademico di secondo livello rilasciato dalle istituzioni dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica oppure di diploma accademico di vecchio ordinamento congiunto con diploma di istituto secondario superiore;
  • aver prestato un servizio di almeno cinque anni nelle istituzioni scolastiche ed educative del sistema nazionale di istruzione.

Ai fini del raggiungimento dei cinque anni di servizio richiesti è possibile computare anche gli anni di precariato.

Anno di servizio

Si considera anno di servizio, il servizio prestato, nel corso di un anno scolastico, per almeno centottanta giorni o ininterrottamente dal primo febbraio fino al termine delle operazioni di scrutinio finale.

Servizio scuola paritarie

Ai fini del raggiungimento del suddetto requisito dei 5 anni di servizio, è ritenuto valido il servizio prestato presso le scuole paritarie, come avevamo già anticipato in base a quanto previsto dal Regolamento recante norme per la definizione delle modalità di svolgimento delle procedure concorsuali per l’accesso ai ruoli della dirigenza scolastica, la durata del corso e le forme di valutazione dei candidati ammessi al corso. Nel bando è espresso chiaramente:

Sono considerati validi ai fini del riconoscimento dei cinque anni, i servizi valutabili a tutti gli effetti come servizio di preruolo nelle scuole paritarie che abbiano avuto riconoscimento con la legge 10 marzo 2000, n. 62.

Gli aspiranti dirigenti, oltre al possesso di quelli sopra riportati, devono essere in possesso dei requisiti generali per l’accesso all’impiego nelle pubbliche amministrazioni, richiesti dal DPR n. 487/1994.

I requisiti suddetti devono essere posseduti entro il termine ultimo per la presentazione della domanda di ammissione (ossia il 29 dicembre).

Il bando

 Tutte le schede per il concorso

Concorso dirigenti, Anief: precari e neo-assunti possono presentare domanda, faremo ricorso

Versione stampabile
anief
soloformazione