Concorso Dirigenti Scolastici, abbinamento candidati alle commissioni esaminatrici. Nota Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Nota Miur per Prova orale del concorso nazionale, per titoli ed esami, finalizzato al reclutamento di dirigenti scolastici presso le Istituzioni scolastiche statali (D.D.G. n. 1259, del 23/11/2017). Abbinamento dei candidati alle commissioni esaminatrici.

Si comunica che stanno per concludersi le operazioni di correzione della prova scritta del concorso per il reclutamento di dirigenti scolastici. Il 25 e 26 marzo 2019 si procederà allo scioglimento dell’anonimato.

I candidati ammessi alla prova orale verranno abbinati ad una delle 38
commissioni/sottocommissioni esaminatrici secondo i seguenti criteri.

L’elenco dei candidati che avranno superato la prova scritta verrà ordinato per codice fiscale di ciascuno in ordine alfabetico.

I codici fiscali verranno quindi assegnati uno alla volta, in ordine di elenco, alle 38 commissioni/sottocommissioni esaminatrici.

Si abbinerà, in sequenza, il primo candidato dell’elenco alla commissione iniziale, il secondo candidato alla sottocommissione n. 1, il terzo candidato alla sottocommissione n. 3 ecc. fino alla distribuzione di tutti i candidati in tutte le 38 commissioni/sottocommissioni
costituite.

Più nello specifico, alla commissione iniziale saranno assegnati i candidati n.1, n. 39,
n. 77 ecc.; alla sottocommissione n. 1 i candidati n.2, n. 40, n. 78 ecc. alla
sottocommissione n. 2 i candidati n. 3, n. 41, n. 79 ecc. fino a esaurimento dell’elenco.

Ciascuna commissione/sottocommissione convocherà i candidati assegnati a partire dalla lettera “M”. I calendari delle convocazioni verranno pubblicati sul sito internet del Ministero nella sezione dedicata al concorso. La pubblicazione dei suddetti avvisi ha valore di notifica a tutti gli effetti.
I candidati dovranno presentarsi nelle rispettive sedi d’esame, nel giorno e nell’ora stabiliti, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità.

Poiché la distribuzione dei candidati tra le commissioni è stata effettuata con un criterio oggettivo, al fine di garantire la massima trasparenza ed imparzialità della procedura concorsuale, non potranno essere accolte eventuali richieste di variazione della  sede assegnata per lo svolgimento della prova.

La nota

Versione stampabile
anief banner
soloformazione